Adbox

lunedì 22 aprile 2013

Sì alla Maioridade Penal in Brasile


Se andiamo a vedere i numeri c'è da spaventarsi: dal 1980 al 2010, l’incremento di omicidi è stato del 346,5% e l'indice di mortalità che si è avuto tra i più giovani è stato del +414% nella fascia d´età 15-29 anni. Se poi per sbaglio accendiamo la TV e assistiamo a qualche programma di cronaca, rischiamo di avere gli incubi per tutta la notte.

Una cosa è certa: benché se ne dica, anche se alcuni arrivano ad affermare che la vita qui in Brasile sia uguale a quella in Italia, la violenza causata da giovani adolescenti è veramente allarmante. E purtroppo, a causa di certe leggi brasiliane, le cose possono solo peggiorare.

Alcuni pensano che una soluzione potrebbe essere la riduzione dell'età penale, che qui è a 18 anni. C'è chi pensa che portandola a 16 anni si diminuirebbero i casi di assalti e omicidi dovuti a minori. Io sono a favore di questa proposta. Anzi, sono ancora più drastico: portiamola a 14 anni, come in Italia, e vedrete che nel giro di qualche tempo un delinquente di 15 o 16 anni ci penserà due volte prima di rapinare o uccidere qualcuno. È chiaro che molti non sono d'accordo, primi fra tutti la Unicef, che si fa scudo a numeri e percentuali per dimostrare che la Maioridade Penal non risolverebbe il problema (Qui, se volete, potete leggere il testo completo).

Io purtroppo non sono così intelligente da poter lavorare alla Unicef, ma se proprio vogliamo parlare di numeri, penso che potremmo vedere quanti siano gli omicidi o altri crimini effettuati da minori in Brasile e in altri Paesi dove la pena è più rigida, e forse dopo potremmo discutere di questo.

Mi rendo anche conto che ogni Paese ha una visione diversa a seconda non solo delle sue influenze geografiche e religiose, ma anche per le loro opzioni sociali (come un minore è percepito dal resto della società e quando pensiamo che sa quello che sta facendo è sbagliato), e anche la capacità della società/stato tratta con persone che punisce. No serve punire e non poter eseguire la pena o eseguirla in forma crudele. Servono leggi e strutture adeguate, cose che il Brasile non ha. Però qualcosa deve essere fatto, perché la situazione sta diventando a livelli insostenibili.

Età della responsabilità penale

Messico6-12
Bangladesh7
India7
Myanmar7
Nigeria7
Pakistan7
Sud Africa7
Sudan7
Tanzania7
Thailandia7
Stai Uniti7
Indonesia8
Kenya8
Regno Unito (Scozia)8
Etiopia9
Iran9
Filippine9
Nepal10
Regno Unito (Inghilterra)10
Regno Unito (Galles)10
Ucraina10
Turchia11
Corea del Sud12
Marocco12
Uganda12
Algeria13
Francia13
Polonia13
Uzbekistan13
Cina14
Germania14
Italia14
Giappone14
Federazione Russa14
Vietnam14
Egitto15
Argentina16
Brasile18
Colombia18
Perù18

Show comments
Hide comments

1 commento:

  1. A 16 anni in Basile si puo' votare,molti hanno figli anche prima di questa eta'.
    Quindi,se ti lasciano votare e fare figli vuol dire che sei responsabile dele tue azioni.
    Quindi se commetti um crimine vai,devi andare in galera.
    Ma , c'e' sempre um ma, le carceri brasiliane gia' scoppiano adesso,figurarsi com la abolizione dela licenza di uccidere per i minori di 18 anni.
    Ma com questa legge i politic brasiliani si possono vantare di proteggere i minori,e allo stesso tempo riescono a fornire ai cittadini brasiliani um buon motivo per preoccuparsi,e non pensare alle ignobili ruberie da loro perpetrate

    RispondiElimina