Adbox

lunedì 5 marzo 2012

Il paese delle banane


Il Brasile, che fino a uno o due decenni fa era conosciuto come il granaio del mondo si è dato una zappa sui piedi, e ora è un importatore di prodotti alimentari.

Siamo stati grandi esportatori di riso, ma oggi, lo importiamo dall'Asia.

Siamo stati esportatori mondiali nel settore delle banane, ma oggi le stiamo importando dall’Ecuador.

Già stiamo importando arance "Bahia" dalla Spagna! Arance importate... ricordati di quanto succo di arance abbiamo venduto agli americani nei decenni del 1980/90? Quindi ...

Le politiche sbagliate dei governi federali, il populismo itinerante di governanti che demarcarono terreni agricoli come Raposa Serra do Sol per togliere i coltivatori di riso ... e mettere niente al suo posto, fecero che il Brasile finisse di essere un grande esportatore di diventare ostaggio del mercato mondiale.

Gira che ti rigira abbiamo problemi con l'esportazione di carne bovina a causa dell’aftosa. Com’è che un paese che vuole essere il più grande esportatore mondiale di carne può ancora convivere con questa malattia nel bestiame?

Certo, l’orgoglio di chiamare il paese “granaio del mondo” era un po' esagerato, ma se continuassimo a lavorare con serietà e con meno politica di parte non saremmo arrivati al punto di importare banane, cosa che, per chi ha poco più di quaranta anni, sa che c’erano bananeiras in qualunque spazio libero di terra nelle grandi città.

In Brasile è possibile produrre olive per la spremitura dell'olio, e stiamo importando banane?

E ricordate, l'uomo non vive solo di soia!

Manca solo che iniziamo a comprare il caffè all'estero per rifornire il mercato interno ...

Infatti, come dice l’EX presidente, l’infermo Sebentus Defuntus: "Con il Pré Sal il Brasile diventerà un membro dell'OPEC"

Ma stiamo importando BENZINA!

E’ molta faccia tosta e incomPTência!

Ancora una volta il Brasile sta andando contromano verso il mondo.

tradotto dal portoghese e adattato da : O Mascate
Show comments
Hide comments

4 commenti:

  1. Puxa vida!! Apenas o tempo para ler o endereço do blog e já joga a primeira facada. Gostei!!

    Imitando, em parte, Gilberto Gil vou dizer que o progresso do Brasil "Tá esperando na janela, ai, ai"

    RispondiElimina
  2. Franco non conoscevi questo blog?!
    Non si puo' dire che O Mascate sia uno "smussatore"!!

    RispondiElimina
  3. No, non lo conoscevo, e devo dire che mi è piaciuto molto. Ma è molto più facile essere poco diplomatici quando parli di casa tua. Io parlo di un paese che non è il mio, anche se è qui che probabilmente passerò il resto della mia vita. Quindi, per questioni di correttezza, cerco di essere un po' delicato. Anche se devo ammettere che non è facile, dato che molte cose che avvengono in questo paese la gente fa finta di non vederli.

    RispondiElimina
  4. Credevo di avertelo inserito nella lista di blog che ti avevo mandato tempo addietro. Lista che originariamente è molto più lunga, a cui avevo eliminato "usum Delphini" quelli che ritenevo meno utili per il tuo blog.

    Quindi, la mancata conoscenza di O Mascate, è Mea maxima culpa.

    RispondiElimina