Adbox

sabato 20 novembre 2010

Como fazer morrer um italiano de raiva


Tempo fa, navigando come sempre su internet, mi sono imbattuto in un blog dove si parlava di come”fazer morrer um italiano de raiva”. L’ho trovato molto divertente e ne prendo spunto per dire cosa a me fa veramente morire di rabbia:
  1. Mischiare tutte le pietanze nel piatto. Non c’è niente di più nojento che vedere qualcuno mangiare riso, fagioli, carne, pasta e insalata insieme. Neanche il mio cane mangia così!
  2. Non comportarsi bene in tavola. Gridare, non usare le posate, far cadere il cibo o le bevande sulla tavola, stare scomposto sulla sedia e altre cose simili. E’ maleducazione.
  3. Dire che le altre comidas sono migliori di quella italiana.
  4. Dire che non siamo capaci a vestirci. Ma fatemi il piacere!
  5. Dire che solo i nostri vestiti invernali sono belli, mentre quelli estivi lasciano a desiderare. Forse perché da voi sembra Carnevale tutti i giorni!
  6. Dire che noi invece di parlare sappiamo solo gridare.
  7. Dire che noi italiani non siamo persone pulite, solo perchè non stiamo mezz’ora sotto la doccia come voi.
  8. Pensare solo al lavoro e ai soldi. Pensavo che voi brasiliani eravate più rilassati, ma invece sembra che il vostro primo interesse sia dinheiro, dinheiro e dinheiro.
  9. Pensare che il Brasile sia il Centro del Mondo e che qui sia tutto meraviglioso, mentre tutto il resto fuori non merita attenzione.
  10. Entrare in una loja e essere assalito ogni minuto da una miriade di venditori. Non sapete come sia bello entrare in un negozio e guardare con calma quello che ci interessa, senza avere un avvoltoio dietro di voi che non aspetta altro di vendervi qualcosa, e chiedere informazioni solo quando servono.
Be’… per ora sono solo queste le cose che mi fanno arrabbiare. Appena ne trovo altre le aggiungo.

Show comments
Hide comments

17 commenti:

  1. Molto strano. Guarda caso tutto il mondo è paese..
    Come brasiliana mi vuoi uccidere:

    1. Mettere tutto in un unico piatto. Se mangio pasta non mangio riso e viceversa.

    2. Non gritare mai, perché disturba qualunche persona a tuo fianco.

    3. Tutti gli Stati hanno le loro cose sfizinose e squisite.

    4. Beh..su questo non saprei, avete vestiti costosissimi che a volte sono veramente belli; avete alcuni vestiti che non costano tanto e sono belli; ma per gli uomini è più semplice, un paio di jeans, camicia e un cardigan ed elegantissimo, ma le donne ogn'una ha il suo gusto è che la gran maggioranza si veste stranamente, ma i gusti non si discutono, i francese dicono che loro sono i migliore.

    5. Questo i vostri vestiti invernali, per quelli che amano l'eleganza di coprirsi e non restare con mezzo metro di tessuto, it's most!!! Carnavale.. lavorare lavorare, come è dimostrato in una statistica è il secondo popolo più stressato ma con il sorriso sulle labbre.

    6. Ci sono tanti brasiliani che gridano parlando.

    7. L'acqua purifica non solo il corpa, ma anche l'anima.. è mi hanno detto che facciamo troppo spesso la doccia. Basandomi alla storia europea, i medici hanno capito nel loro piccolo che i re restavano sempre malatti perché si lavavano poco o quase mai; somente le parte interessate.

    8. Gesù paragona em una parabola: "Mente vuota, ufficio del diavolo.", si lavora e lavora, prima per campare dopo per pagare e comprare.. ma non è così che si vivi al nord?

    9. Hai ragione. Anch'io mi domando il Brasile non è il centro del Mondo, e in teoria non capisco perché tutti guardano quello che facciamo.. non abbiamo niente come negli altri paese; tutte le etnie del mondo vivono qui, insieme e senza conflitto come negli altri; secondo popolo più stressato che sorride come negli altri, si protesta contra i politici come negli altri e si lavora tantissimo senza lamentarsi come negli altri.

    10. Essere assalito è un il fine. Ci sono anche quelli che se ne fregano proprio finché non sei tu che vai via, ma i migliori sono le "paty" che ti guardano da sfigato di sotto a sopra e corrano verso il retro in modo che tu non gli chieda nulla.

    Strano! Alcuni di questi item succedono ovunque. Secondo gli i britanici gli italiani gironzano ancora solo in motorino e non esistono semafori qui; secondo gli americani pensano che in Brasile tutti si vestano da indigena perché il posto non è stato ancora colonizzato; secondo i tedeschi loro sono i migliori in tutto e largo; secondo i francesi sono loro i più elegante, i più raffinati e educati; secondo i giapponesi solo loro lavorano tanto e sono gli unici coerente e corretti... la lista è lunga, non prendertela le persone con cui hai contatto non hanno fatto una lunga cultura.
    Per queste cose dico che il mondo è paese e basta che usciamo della porta della nostra casa e siamo nel mondo a imparare una miriadi di cose belle e cattive, basta solo guardare e assorbire quello che veramente importa al nostro miglioramento interiore.. ma se uno non vuoi fare è libero.

    Saudaçoes!!!

    RispondiElimina
  2. Mi fanno arrabbiare quando mi dicono che la pizza di Sao Paulo é migliore di quella italiana perché alcuni anni fa lo avrebbe stabilito una fantomatica classifica del New York Times. Ah beh gli americani sono affidabili...
    Ma mi faccia il piacere!

    Mi arrabbio quando una pizza costa 20 euro e ci vuole mezz'ora per sceglierla perché non é individuale e ognuno la vuole come piace a lui.

    abracos!
    Andrea

    RispondiElimina
  3. Dizer estas coisas aqui dos brasileiros é apenas uma idéia generalizada.
    Mas esconder o rabo que tem e falar do rabo do outro é facíl.
    Nós não pesamos que os italianos não são pessoas limpas. Não posso tirar como base somente em uma pessoa.
    Eu acho sim, que a questão da higiene é importante, e algumas coisas são básicas para se viver.
    1- escovar os dentes quando se levanta, antes de tomar café.
    2- escovar os dentes depois das refeiçoes e antes de dormir.
    3- Tomar banho e trocar as roupas intimas todos os dias.
    4- Lavar os cabelos pelo menos duas vezes na semana, visto que o Brasil é um país tropical.
    5- Usar desodorante sempre que necessário.
    Estas sim são noções basicas de higiene.
    Quanto ao fato de não saber se comportar na mesa, também é uma questão de noção de cultura.
    Estar sentado na mesa bem comportado e ao mesmo tempo dizer a mãe para ir "tomar no cú" não é exemplo de educação. Ou mesmo exigir que uma senhora de 87 anos que sofreu por 2 vezes AVC, usar garfo e faca, isso também esta longe de ser educação.
    Eu prefiro mil vezes, estar vestida de jeans simples, mas limpo que de Armani sujo e mal lavado.
    Higiene e elegançia são coisa que devem andar juntas.
    De que me serveestar de terno e gravata , se as roupas intimas estão 'encebadas'? Ou quando abro a boca as pessoas se afastam porque parece que foi abre a porta do cemitério ou de uma fossa.?

    RispondiElimina
  4. Leggendo la tua lista ho pensato che in effetti sono tutte cose che ho notato anch'io e che a volte mi hanno fatto pure incazzare. Ma poi, pensandoci meglio, dando il giusto peso allle singole cose, MA NE VALE LA PENA DAVVERO DI INCAZZARSI PER QUESTO? O si tratta di normali divergenze o differenze culturali? Sono altre le cose che a me fanno incazzare in Brasile:
    1) La corruzione della polizia;
    2) La scarsa attenzione al futuro di molti;
    3) I ritardi ingiustificati.
    Mentre le cose che adoro:
    1) la natura in ogni sua accezione;
    2) la disponibilità e l'educazione/rispetto delle persone;
    3) Il clima stupendo
    e molto altro.
    abraços
    Marco

    RispondiElimina
  5. Be'... è ovvio che non bisogna prendere troppo sul serio quello che ho scritto. Quelle cose mi danno molto fastidio ma non per questo divento una "bestia". Il mio motto è "vivi e lascia vivere" quindi ognuno a casa sua può fare quello che vuole. Ed è anche vero che ci sono cose molto più importanti e più gravi di queste. Ma ciò non toglie che siano cose fastidiose. E come hai detto tu, non vale la pena incazzarsi per questo, perchè sono solo differenze culturali, specialmente quelle riguardanti la "tavola". D'altronde già mi fischiano le orecchie per tutte le cose brutte che stanno dicendo di me come italiano :)

    RispondiElimina
  6. @Anonimo
    Nossa, sarei curioso di conoscere quell'italiano che ti ha fatto dire quelle cose, perché non tutti siamo così.
    Abraços

    RispondiElimina
  7. Che brutto, mi arrabbio tantissimo quando sento queste cose...lementavel!!!!

    RispondiElimina
  8. Solo un'altra cosa: sei proprio un Italiano!!!!

    RispondiElimina
  9. Cara Camilla,
    non si è capito che cosa ti fa arrabbiare così tanto. Non mi sembra proprio che abbia offeso il popolo brasiliano affermando quelle cose. Quindi sarebbe meglio leggere bene quello che ho scritto prima di criticarmi, anche perchè sono cose che danno fastidio a molti brasiliani che conosco e, cosa forse più importante. penso che un briciolo di auto-ironia non faccia male a nessuno.
    Um abraço.

    P.S. se pensavi di offendermi dicendo che sono italiano ti sbagli di grosso, perchè è esattamente il contrario.

    RispondiElimina
  10. Cada qual com seu estilo. Mas, creio que existem regrinhas básicas, para uma boa convivência, independente da nacionalidade.
    Abraços.

    RispondiElimina
  11. Hey, non preoccupatevi, non ho sangue italiano nelle vene, la nipote di origine italiana ...
    Mi scusi se non scrivo bene la lingua italiana. Ho imparato ad ammirare la cultura italiana, dalla mia discendenza. Sto seguendo un corso in lingua italiana, una ONG, perché il desiderio più contatto con la cultura. Mio padre è il figlio di italiani ... Non ti nostalgico. La vita è bella.
    Abbracci, una amica.

    RispondiElimina
  12. Cara amica H,
    dici cose molte giuste: ognuno di noi ha il proprio stile di vita e modo di fare, am ci sono delle regole generali di buon educazione che tutti noi dobbiamo osservare. Purtroppo non sempre è così ma, come si dice, nessuno è perfetto.

    Complimenti per il corso di italiano. Studiare una lingua straniera, qualunque sia, è sempre un'ottima cosa e non fa altro che accrescere quello che abbiamo di buono.
    Abraços.

    RispondiElimina
  13. Grazie per le congratulazioni. In realtà, io sto facendo con entusiasmo e credo che l'informazione non è mai abbastanza. Maggiori dettagli in questa e-mail il tuo blog.
    Abbracci.

    RispondiElimina
  14. 1-Brasileiro pode misturar todos os alimentos, como pode comer tudo separado. E tudo bem.Pra mim basta que a comida seja saudavel e gostosa.Cultura diferente.
    2-Concordo em partes, mas as vezes acontece. Sem stress com isso. Nao é questao de vida ou morte.Ja fazer de proposito é meio exotico...
    3- Existem outras comidas melhores que a Italiana sim, outras piores, outras iguais,etc. Pra que se estressar com isso?Nao é questao de vida ou morte 2.
    4-Cada um se veste como quer. Liberdade e cabeça aberta.Roupa e moda=futilidade.Tem coisa pior pra se preocupar.
    5-Sem comentarios.Idem ao anterior.
    6-Isso é um fato. Italianos gritam sempre.Em Londres falavamos que italianos fazem tanta zona que 4 italianos juntos parecem ser 40.
    7-Italianos tomanham banho sim.Isso é lenda de brasileiro.Ja escovar os dentes....:(
    8-Brasileiro tem fama de vagabundo pra quem nao conhece o Brasil(mentira pq trabalha muito). Mas agora a nossa falha é trabalhar demais??Europeus incontentes.
    9-Pelo que vejo quem parecer ser o centro do mundo é a Italia. Comida melhor, roupas melhores, nao podem sofrer com extereotipos, etc e etc.E acho ela e o Brasil parecidos em muita coisa(o sujo e o mal lavado)mas a fama de mal é do Brasil sempre.
    10- Na Italia voce entra em uma loja e ninguem te da bola.Se voce for negro ou parecer estrangeiro ainda olham voce como ladrao(aconteceu comigo e um colega ingles que mora nos USA e que veio ver umas lojas).E se voce pedir pra vendedora/or ajudar voce, parece que ta fazendo um favor.(Boa educaçao?Seiiiiiiiii...)

    Druida

    RispondiElimina
  15. ciao !

    O que pensam de nois ''Brasileiros'' nao me acrescenta em nada e nem me sinto diminuida. Por tanto pense o que quizer. Gosto do Brasil e gosto da italia, mas com certeza existe gente que eu nao vou de acordo no Brasil como tambem nao na italia, fato ! Mas com certeza vou mais de acordo com brasileiro do que com italianos, sao culturas e pessoas diferente como todo lugar do mundo. Beijos

    RispondiElimina
  16. Olá,

    Desculpe me pela curiosidade..., mas que tipo de brasileiros o sr. frequenta ? Fiquei curiosa em relação a esses comportamentos a mesa. Sou paulistana, vivi 37 no Brasil e não me lembro de ter visto coisa do tipo. Quanto a questão higiene devo defender os meus compatriotas brasileiros, temos o ótimo hábito de tomar banho diariamente e fazemos uso de desodorantes, produto desconhecido pela maioria dos italianos... e a maioria das pessoas por aqui se contentam com 3 banhos semanais, crianças e idosos 2 no máximo. Sem contar o péssimo costume de algumas senhoras italianas de fazer o shampoo uma vez por semana...Enfim, vivendo aqui no sul da Itália fui também obrigada a conviver com hábitos e costumes muitas vezes diferentes dos meus (sou filha de um milanês), imagine só o contraste..., sujeira pelas ruas, má conservação das praças e locais públicos, falta de cortesia de alguns comerciantes, e o pior falta de respeito com os idosos e mulheres gestantes, em São Paulo, sempre nos levantamos para dar lugar a essas senhoras e senhores, fila de supermercado e banco idem. E desculpe me sr., não é preciso ir até o Brasil para fazermos comparações, basta uma viajem de trem aqui mesmo na Europa para percebermos os contrastes entre franceses, suiços e alemães, é só atravessar as fronteiras e as diferenças se tornam cada vez mais óbvias. De qualquer maneira é sempre bom usar as palavrinhas mágicas que sempre funcionam em qualquer cultura, POR FAVOR, OBRIGADO, DESCULPE ME sr, sra e por aí vai... Felizmente a Itália possui um patrimônio cultural, artistico e paesagístico fantástico e cabe a cada um de nós preservá lo e defendê lo. um abraço Mirela Fumagalli

    RispondiElimina
  17. Cara Mirella,
    prima di tutto complimenti per la tua gentilezza e per la tua educazione in quello che hai scritto. E' raro trovare commenti così educati.

    Per quanto riguarda l'igiene ti do pienamente ragione, in questo voi siete superiori (forse anche troppo... kkk). Però, oltre a una ragione di costume, penso che sia anche una questione climatica (io sono del Piemonte), perchè guarda, da quando vivo qui in Brasile, le mie abitudini in fatto di bagno sono molto cambiate. Però le mie docce sono sempre veloci e questo, a mio avviso, è una cosa che voi dovreste imparare.

    Una cosa vera che hai detto è che esiste una differenza anche dentro l'Italia e capisco che tu, essendo originaria di Milano, abbia qualche problema in qualche città del Sud (non me ne vogliano i miei amici meridionali). Forse è anche per questo che io ho fatto molta fatica ad ambientarmi qui.

    Per il resto non posso fare altro che quello che ho descritto corrisponde al vero. Forse non sarà così in tutto il Brasile ma le cose che racconto di giuro sono vere.

    Um grande abraço.

    RispondiElimina