Adbox

martedì 3 marzo 2015

Come sopravvivere in Brasile - Parte IV - Foto e Video


Caro italiano, tu non vedi l’ora di arrivare in Brasile e di cominciare così una nuova vita. Ma devi sapere che qui fa un caldo terribile tutto l’anno, c’è un’epidemia di “dengue” che fa paura, quando piove desidererai vivere su una palafitta e aver comprato una barca, ma anche così c’è una grande crisi d’acqua e in moltissime città viene razionata, manco fossimo in Africa. E hai visto come sono i prezzi di alcuni prodotti che usi normalmente in Italia. Eppure, cocciuto come un mulo, non cambi idea e continui a desiderare di vivere in questo paese. Aspetta quando ti parlerò della salute pubblica o dell’educazione scolastica dei tuoi figli, poi vedremo se vorrai ancora venire a vivere in Brasile.

Fatta questa piccola premessa, andiamo a vedere alcuni modelli di macchine fotografiche. Sei un appassionato di fotografia e vuoi comprare una bella macchina semi-professionale di buon livello. Oppure sei uno di quelli che non ha molte pretese e vuole avere una piccola compatta da portare sempre con sé e fare le tipiche foto alla famiglia. Iniziamo dalla seconda ipotesi. Anche in questo caso la scelta è molto vasta, ma in ogni caso troverai meno modelli che in Italia.

In Italia una compatta parte dai 40/50,00 euro, ma penso che una buona macchina che costi poco potrebbe essere questa (anche perché è una delle poche uguali che ho trovato in Brasile, in modo da fare una giusta comparazione):




Ok, questa compatta è di marca e va bene, ma tu vuoi una macchina con qualcosa in più, magari uno zoom molto potente. In Italia queste macchine si chiamano “bridge”, perché sono un “ponte” tra una compatta e una reflex. Qui in Brasile invece le chiamano “semiprofissional”:

 



Ma anche questa non ti basta, e vuoi una bella reflex digitale per fare foto perfette (da notare che in questo caso qui in Brasile sono definite come “profissional). Ho preso come esempio una Canon EOS 700, che in Brasile si chiama T5:




Oppure, giusto per dare una visione piú completa, sei uno di quelli che gli piace stare sempre alla moda e decidi di comprarti una “mirroless”:




A questo punto mi sento d’obbligo a darti due consigli: come hai visto i prezzi sono differenti tra i due paesi, quindi penso che sarebbe una cosa saggia comprare la tua macchina fotografica in Italia. E, secondo, comprala di una marca che sarai sicuro di trovare l’assistenza qui in Brasile, tipo Canon, Nikon o Sony. Lascia perdere per esempio Pentax o Olympus perché, in caso di guasto, avrai dei problemi per ripararla.

Andiamo ora a vedere qualche videocamera. Non hai grandi pretese e desideri solo fare un video del compleanno di tua figlia o di una gita al mare. Una buona videocamera economica potrebbe essere questa:




Oppure ti senti un novello Peter Jackson e vuoi una videocamere 4K ultimo modello. Ovviamente i prezzi sono diversi, sia in Italia che in Brasile, anche se in questo caso la differenza di prezzo è abissale:




Ma no, niente di tutto questo. Tu sei uno sportivo e hai bisogno di una action-cam per filmare le tue spericolate uscite in bicicletta o di parapendio:




Anche qui valgono gli stessi consigli delle macchine fotografiche: scegli una buona marca e comprala in Italia, così risparmi.

Bene, penso che sia inutile andare a vedere i vari accessori, tipo borse, obiettivi o altro. Ormai sai come muoverti in questo universo virtuale. Mettiti comodo davanti al computer e fai una buona ricerca di quello che ti serve, poi decidi tu cosa è meglio fare.

La volta prossima andremo a vedere i telefoni cellulari e i relativi piani, è lì ci sarà veramente da piangere!


Show comments
Hide comments

6 commenti:

  1. Grazie Franco per darmi sempre nuovi argomenti per fronteggiare gli argomenti di mia moglie che viene dal Pais do Futuro...
    ed a me per confermare di aver fatto bene a non piegarmi a vivere in quel paese di merda...

    RispondiElimina
  2. Non c'é di che Michele. A volte sembra che io lo faccia apposta a cercare cose negative e criticare cosí questo paese, ma se andiamo a vedere bene non é che il Brasile abbia molto da offrire. Non che l'Italia sia molto diversa. Anche nel nostro Bel Paese i problemi non mancano. Peró io penso, forse sbagliando, che aldilá del lavoro in Italia, come nel resto d'Europa, si viva meglio.

    RispondiElimina
  3. Aldila' del lavoro? Franco,vedrai che a fine 2015 anche la bufala della piena occupazione in Brasile cessera' di essere menzionata .

    RispondiElimina
  4. Purtroppo é uno scenario possibile e le notizie che circolano sono molto preoccupanti. Ma speriamo che non l'Impeachment di Dilma le cose dopo andranno meglio (ahah... questa é bella!)

    RispondiElimina
  5. Vivo qui dal 2003 e ormai non dovrei meravigliarmi piú di tanto ma questa notizia veramente c'é riuscita. Bho non so nemmeno più che pensare a rispetto di questo paese e dei loro abitanti

    RispondiElimina
  6. Nemmeno io, e vorrei pensare che siamo giá arrivati al limite ma ho paura che ne vedremo ancora delle belle.

    RispondiElimina