Adbox

lunedì 29 aprile 2013

Fine della democrazia


Due fatti che io reputo preoccupanti.

Con un disegno di Legge creato dal PT e PMDM, il tempo di pubblicità elettorale televisiva sarà aumentato del 26%. Tale aumento sarebbe un'offerta per la rielezione al PT la più grande fetta di storia della TV delle corse presidenziali - 15 minuti e 18 secondi su ogni blocco di 25 minuti, o 61% del totale. Da notare che questo aumento sarà solo a beneficio di Dilma & Co. a scapito degli altri partiti. Questo dato da solo a mio parere significa che il PT stia attuando un sistema di supremazia illegale, col solo scopo di sminuire il lavoro e le idee degli altri partiti politici.




Altra notizia preoccupante è l'attacco alla Giustizia brasiliana perpetrato dal Comitato del PT nella Costituzione e Giustizia della Camera Federale. Sotto forma di Projeto de Emenda Constitucional -PEC, il partito di Lula, Zé Dirceu, Dilma, il Genoino e di tutti i "mensaleiros" intende sottoporre le decisioni del controllo Supremo al vaglio del  Congresso, cioè, il PT e la sua base alleata. 

L'obiettivo a breve termine del PT è di cercare di liberare i mensaleiros dalla prigione. A lungo termine, è quello di stabilire una dittatura sulla base dei postulati del "socialismo del XXI secolo", nello stampo del Venezuela, dove tutte le istanze dello Stato sono già nelle mani del Boliviani, cioè i comunisti. 

A mio avviso questa è la fine della democrazia e l'inizio di una dittatura, democrazia ottenuta con fatica da questo paese e che ora sembra finire.
Show comments
Hide comments

1 commento:

  1. Franco,purtroppo non e' la fine dela democrazia,perche' qui in Brasile c'e' stato di tutto meno che uma vera democrazia.
    Questi cialtroni del PT cercano di salvare i propri compari dalla galera ,e ci riusciranno,non ho dubbi,come hanno sempre fato tutti i loro predecessori al potere.
    Um esempio,surreale ma e' um fatto veramente accaduto, il padre dell'ex~Preseidente Collor,a sua volta deputado federale,sparo' dentro il Parlamento ad um suo avversario politico.
    Com péssima mira ,a oli 5 metri di distanza riusci' ad uccidere um altro deputato.
    Tutto questo davanti a centinaia di testimoni.
    Non passo' neanche um giorno in galera,ne' ebbe il suo mandato parlamentare cassato.
    O,per restare ai giorni nostri,che dire del deputato Federale Paulo Maluf (che e' il padrone dela ricchissima azienda Eucatex) che e' stato rieletto in Parlamento ma non puo' uscire dal Brasile perche' c'e' um mandato di cattura Internazionale a suo carico per riciclaggio e altre cosette varie.
    Noi in Itália abbiamo i nostri corrotti che vengono rieletti dal popolo bue,vedi quel santo di Berlusconi,qui in Brasile,fanno le cose in grande e probabilmente nel prossimo futuro in galera ci andranno quei ter o quatro onesti che,forse,sono in politica.

    RispondiElimina