Adbox

giovedì 29 marzo 2012

Que nojo!


Ditemi pure quello che volete, pensate pure che io sia razzista o pieno di preconcetti, ma io ringrazio ogni giorno Dio per avermi fatto nascere in Italia e non in altri Paesi. Avremo tanti difetti, non lo metto in dubbio, ma perlomeno un po’ di civiltà e buon senso ancora c’è rimasto (almeno dalle mie parti). E saranno anche tradizioni o costumi di un popolo, ma, che Dio mi perdoni, a me fanno veramente schifo!

Che Dio salvi l’Italia e tutti (o quasi) gli italiani.
In Cina uova bollite nell'urina per Pasqua
1

Le uova sono un tipico piatto pasquale anche a DongYang, nella provincia cinese di Zhejiang. A differenza di quelle della nostra tradizione, però, queste uova non sono di cioccolato, bensì uova di gallina bollite in urina. I venditori di questa specialità raccolgono l'urina degli allievi degli asili in grossi contenitori e la usano per cuocervi le uova. All'uscita da scuola, poi, i bambini e i loro genitori si affollano intorno alle bancarelle per gustarsi questa specialità tipica dei primi caldi primaverili.

2

I contenitori vengono depositati all'interno delle scuole dell'infanzia per raccogliervi l'urina.

3

Il venditore mostra l'interno dell'uovo dopo la cottura.

4


fonte: La Stampa
Show comments
Hide comments

7 commenti:

  1. ahahahahahahahahaha aaiiiiiiiiiiiiiii que nojo, to tomando cafe e lendo teu blog, perdi o apetite!!

    So em saber que chines come cachorro, posso esperar de tudo. Credo!

    RispondiElimina
  2. O voluto attendere un poco i commenti degli altri, ma nessuno ha detto o spiegato le caratteristiche dell'urina.

    Prima di tutto è un liquido, e spesso ha salvato la vita idratando, a ciclo continuo, persone che si trovavano in luoghi senza acqua.

    In secondo luogo è un potente disinfettante, in caso di sbucciatura a seguito di caduta è bene irrorare la scorticatura con la propria urina.

    In terzo luogo per secoli (millenni) ci sono state persone che giravano per le case a raccogliere l'urina 'pulita', prediligendo quella di donne gravide.

    Questo già avveniva fin dal tempo dell'antico Egitto, o almeno la documentazione più antica risale a quel periodo.

    Veniva utilizzata come fissatore (mordente) dei coloranti sulle stoffe. In Egitto si usava anche l'allume di potassio, che poi sarà conosciuto con il nome di allume di Rocca o allume di Roma.

    Per questo minerale si sono combattute molte guerre, ed era uno dei motivi, a parte quelli ufficiali, delle numerose crociate, ma durante il Medioevo il monopolio era detenuto dalla repubblica di Genova che lo comperava dalle miniere di Focea in Anatolia. Dopo la caduta di Costantinopoli questo mercato ebbe termine, e si torno all'uso intensivo dell'urina come mordente.

    Fino a che nel lazio non venne scoperto un giacimento di questo prezioso metallo, che farà ricco sia lo Stato Pontificio.

    Il banchiere Agostino Chigi che ebbe in appalto le miniere dal 1501 al 1513 divenne tanto ricco che si fece costruire il palazzo chiamato poi Villa della Farnesina" o più semplicemente "Farnesina". http://bit.ly/HzKUX5 e http://bit.ly/HzL9S2.

    Ma ancora oggi l'urina è usata nei paesi più poveri come fissante dei colori ma anche come colorante e perfino collante.

    RispondiElimina
  3. Ops. Dimenticavo. Fonte principale "Il mito di Ulisse nella pittura a fresco del Cinquecento italiano" Di Marco Lorandi,Orietta Pinessi

    RispondiElimina
  4. Sull'utilità dell'urina non discuto, ma i cibi cucinati in tale liquido, mi dispiace, li lascio a qualcun'altro. Ammetto di essere molto schizzinoso in fatto di "comida", ma preferisco di gran lunga un classico uovo in camicia o alla coque che cotto nella pipì (anche se è di bambini innocenti).

    RispondiElimina
  5. Cerca su "Google questa stringa "tanajuras fritte" completa di virgolette.

    Buon appetito

    RispondiElimina
  6. Per fortuna a Pasqua non devo andare in Cina, cosi non vedro quelle terribili uova! Sono molto schizzinosa! Rosanna

    RispondiElimina