Adbox

martedì 20 maggio 2014

Claudia chi??


I media brasiliani come sempre trattano argomenti molto interessanti e impegnativi, e la UOL ancora una volta non si smentisce. In un articolo su Billboard Music Award si legge che il presentatore, il rapper Ludacris, si é dimenticato di menzionare Claudia Leitte durante la presentazione della canzone "We are one". musica ufficiale della Coppa del Mondo, citando solo Pitbull e Jennifer Lopez.

Qualcuno, scandalizzato di questo ignobile gesto, ha commentato con frasi tipo "Ma come si puó dimenticare il Brasile in questo modo?". Ma aldilà dell'errore, dimenticanza o gaffe del presentatore, forse chi é rimasto offeso di tale gesto non si é reso ancora conto che, al di fuori del Brasile, nessuno conosce questi "grandi" artisti brasiliani. Forse l'unico che si salva é Roberto Carlos, insieme ai classici come Chico Buarque, Tom Jobim, Vinicius de Moares e pochi altri. Ma di sicuro, artisti come la qui (non) citata Claudia Leitte, Ivete Sangalo o Zezé di Camargo e Luciano, tanto per citarne alcuni, anche se qui in Brasile vendono milioni di dischi, basta oltrepassare la frontiera per farli diventare dei perfetti sconosciuti. 

Ma si sa, l'egocentrismo dei brasiliani é smisurato, in tutti i campi. Quando parlano di calcio per esempio, in particolar modo del dio Neymar, é consuetudine sentire cose tipo "Il Barcellona di Neymar", come se la squadra spagnola fosse proprietà sua, mentre sarebbe piú corretto dire "Neymar del Barcellona...", ma in questo caso il fulcro della frase non sarebbe piú il Brasile, ma la squadra europea. E questo per un brasiliano é inconcepibile.

Tornando alla nostra Claudia Leitte, sempre nell'articolo si legge "Claudia, que cantou durante quinze segundos no show de abertura, mostrou-se muito emocionada e acabou sendo aplaudida de pé pelo público no teatro MGM Grand, em Las Vegas.". Certo, erano in tre che cantavano, ma il pubblico intero si é alzato e applaudito solo a Claudia Leitte!. A volte non si rendono conto di quanto siano ridicoli.

Nessun commento:

Posta un commento