Adbox

mercoledì 18 gennaio 2012

Vergogna III


E per la serie “Vergogna”, due episodi recenti che sono proprio da ritenersi vergognosi.

Il primo è il naufragio della Costa Concordia, quel magnifico transatlantico naufragato appunto sulla costa dell’Isola del Giglio. Ora, il fatto vergognoso non è quello del naufragio, che pur essendo una catastrofe rimane, purtroppo, una fatalità. Come avvengono incidenti con la macchina o con l’aereo, così possono avvenire per nave.


Quello che è motivo di estrema vergogna è il comportamento sconsiderato del capitano Francesco Schettino. Ora, da che mondo è mondo, si sa che il capitano è sempre l’ultimo a lasciare la nave, o perlomeno questo è quello che ci hanno fatto sempre credere. Questa volta però è successo l’inverso. Invece di aiutare i passeggeri della nave incagliata, invece di rimanere sul posto e dirigere le manovre di soccorso, è “accidentalmente” caduto in una scialuppa di salvataggio e si è ritrovato in salvo sulla terra ferma, mentre alcuni suoi ufficiali rimanevano sulla Costa Concordia cercando di evitare danni peggiori.

Io non sono un eroe, non so cosa avrei fatto io in quel momento e in quella situazione, quindi non posso giudicare “l’uomo”, Francesco Schettino, ma al comandante di quella nave posso dire che è stato un codardo e che non è degno di comandare una nave di quel tipo (ma spero che gli proibiscano anche di navigare in un gommone).  Perché è vero che a volte la paura e il panico fanno fare cose senza ragione, ma il primo dovere di una persona, che sia capitano di una nave o semplice cittadino, è di aiutare chi ne ha bisogno. E in quella notte del 13 gennaio c’erano molte persone in cerca d’aiuto.

Il secondo motivo di vergogna viene dal Brasile.


Una notizia che è stata data anche dai giornali italiani e non solo, e cioè dell’uscita di Daniel da BBB 12. Il motivo dell’espulsione dal Grande Fratello è stata una supposta accusa di stupro verso un’altra partecipante, Monique Amin.

Sembra che, dopo una festa fusion nella casa del GF, Daniel e Monique siano andati insieme nello stesso letto e Daniel, approfittò del fatto che Monique fosse ubriaca (questo si pensava all’inizio) e che dormisse profondamente per stuprarla (per la legge brasiliana, il fatto che la vittima stia dormendo o sotto effetti di alcool o droga, è motivo di abuso sessuale).

Ora, un fatto del genere è certamente terribile, sia che questo avvenga in una trasmissione televisiva che nella vita reale,  se non fosse che…

Prima considerazione: penso che chiunque di noi, almeno una volta nella vita, si sia ubriacato o abbia avuto un sonno profondo, ma arrivare al punto di non accorgersi che qualcuno stia abusando sessualmente di noi proprio non ci credo. Per tutta la durata di questa terribile azione Monique non si è accorta di niente e non si è svegliata. Penso che nemmeno sotto uso di farmaci possa succedere questo.

Seconda considerazione: come era da immaginare, non c’è stato nessun abuso. Monique non dormiva affatto ed era consenziente. Monique ha dichiarato al delegato che l’ha interrogata che non c’è stato nessuno stupro e nemmeno penetrazione, ma solo baci e carezze. E, cosa più importante, lei acconsentiva a fare questo.

Ora, io già trovo vergognoso un programma come Big Brother, trovo vergognoso che persone che non si sono mai viste né conosciute, nel giro di qualche giorno stiano già facendo azioni degne del Decamerone, ma in questo caso trovo molto vergognoso il fatto che Daniel sia stato espulso senza potersi giustificare e, soprattutto, che la povera “vittima” Monique non abbia fatto niente per assolvere il suo compagno di letto.

E’ chiaro che i veri motivi di tutto questo scandalo siano l’enorme audience avuto dal programma dopo questo avvenimento e il fatto che in ballo ci siano un monte di soldi. Ma d’altronde la Globo non è certo un’emittente di sani principi morali (basta vedere i programmi che fa) e i partecipanti del Grande Fratello, di qualunque nazionalità siano, non brillano certo di intelligenza o sani principi.

Quindi ragazzi, tutti voi, vergognatevi!

Nessun commento:

Posta un commento