Adbox

martedì 16 luglio 2013

Piovono mucche!


Una notizia triste ma curiosa. A Caratinga, nello Stato di Minas Gerais, una mucca è caduta dal tetto di una casa sopra uno sventurato inquilino. Portato all'ospedale, è deceduto il giorno dopo ma non per le ferite riportate, ma per un'emorragia interna che, grande novità, i medici locali non hanno saputo diagnosticare.

Mucca sfonda tetto e gli cade sul letto 
Muore brasiliano di 45 anni

L'animale era scappato da una fattoria vicina. L'uomo
è morto per l'emorragia causata dalle ferite

Essere ucciso da una mucca che ti cade sul letto? Storia assurda, al limite dell’incredibile. Ma può succedere. Ed è successo. In Brasile un uomo di 45 anni, João Maria de Souza, è morto così. Un bovino pesante centinaia di chili gli è cascato addosso, dopo aver sfondato il tetto di casa sua, a Caratinga, nel sud est del Paese.
GAMBA ROTTA - La mucca era scappata da una fattoria vicina e scalando un terrapieno che nascondeva la casa era finita sul suo tetto. La disgrazia come sempre ha molte facce e la sfortuna non ha risparmiato nulla all'uomo che dormiva serenamente con sua moglie di fianco. Il tetto, un semplice ondulato di metallo, non ha retto il peso dell’animale che si è schiantato sul letto, dalla parte dell’uomo. La moglie e l’animale sono sopravvissuti, il 45enne brasiliano è stato ricoverato all’ospedale con una gamba fratturata. Ed è qui che la vicenda (che sembra ricordare la trama di un film argentino del 2011: «Cosa piove dal cielo?») assume aspetti grotteschi e allo stesso tempo tragici. João Maria de Souza non è infatti deceduto per le ferite riportate, ma per l’emorragia interna che i medici non gli hanno diagnosticato.
INDAGINE - La polizia ha già avviato un’indagine per evidenziare eventuali responsabilità. La madre ha denunciato la storia in TV e il fratello di João, Carlos Correa, intervistato dal quotidiano Hoje em Dia ha rimarcato le carenze del personale medico dell’ospedale : «A mio modo di vedere - ha detto - mio fratello non è morto per l’incidente ma per tutto il tempo che ha passato in ospedale in attesa delle cure necessarie».
Qui il LINK della notizia in Brasile.
Show comments
Hide comments

3 commenti:

  1. Da notare il teto in brasilit,l'equivalente del nostro velenosissimo Eternit.
    Sarebbe interessante conoscere le statistiche sullam mortalita' brasiliana,sopratutto quelle che riguardano i tumori.
    Sono certo che se ne vedrebbero dele "belle"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema é che qui in Brasile non esiste uno studio specifico sui problemi dell'Eternit. Quindi é facile trovare dei dati come il numero di morti per tumore ai polmoni nel 2008 (20.622 casi) ma, secondo gli analizzatori, il 90% dovuti al consumo di tabacco.

      Se vuoi farti due risate (si fa per dire) vai a vedere cosa scrivono nel blog dell'Eternit:
      http://blogdaeternit.com.br/assunto/abestose/

      Elimina
    2. Franco,per coincidenza mia suocera há sofferto próprio di um tumore ai polmoni,si e' salvata per miracolo,perdendo um polmone e quindi riducendo molto le sue capacita' fisiche.
      Ma lei non há mai fumato in vita sua,e nel paesino di 1000 abitanti dove vive c'e' um incidenza assurda di mortalita' per tumori,e tutte le case hanno le loro verandine con l'economico brasilit a vista.
      Io ho fatto uma lunga campagna per,almeno,dipingere a smalto le tegole assassine (col tempo rilasciano la polvere finíssima che e' causa di tumori) senza alcun risultato.
      A Roma si disse "sono di coccio" o anche "sono di travertino"
      Altra grande causa di tumori,ma nessuno ne parla perche'.. perche' dovrebbero parlarne?, sono le immense quantita' di fertilizante e anticrittogrammici usate per aumentare e proteggere i raccolti.
      Risultato?
      Le falde acquifere sono piene di queste schifezze ,in percentuali abnormi.
      Tutta salute.

      Elimina