Adbox

venerdì 12 luglio 2013

Manifestanti pagati


Non è certo una novità che molte manifestazioni politiche siano manipolate e non frutto di una reale protesta spontanea. E non si può certo dire che questo sia una prerogativa solo del Brasile. Facendo una semplice ricerca su Google si trovano tanti fatti equivalenti anche in Italia, C'è chi riceve 10 Euro per protestare, chi 20 e chi addirittura 100:




È per questo che dico: sì, le manifestazioni vanno bene, ma servono solo per far sapere al governo che le cose qui non vanno bene. Una volta dimostrato questo, bisogna agire diversamente e fare qualcosa di concreto per migliorare le cose. Bloccare alcune vie della città o, peggio ancora, distruggere elementi che abbiamo pagato coi nostri soldi, può servire per apparire in TV e sui giornali, ma non risolve i problemi che ha questo paese. Non sto dicendo affatto di lasciar perdere e di fermarsi. Anzi, spero che il "gigante" non si addormenti di nuovo, però ora che chi sta al Governo ha visto che il popolo brasiliano è cambiato (almeno così sembra) e che non accetta più i soprusi del passato, penso che sia ora di cambiare tattica. Quale? Non so, io non faccio politica, ma alla fine le persone si abituano a quello che succede, e queste manifestazioni tra poco non faranno più notizia, né in Brasile né all'estero.


'Manifestantes' ganham até R$ 70 para ir a ato sindical na Paulista

uma rua atrás do Masp, um grupo de 80 pessoas com camisetas da UGT (União Geral dos Trabalhadores) espera em fila a vez de preencher um papel. Trata-se do recibo de que ganharão R$ 70 por terem participado, vestidos como militantes, do ato de ontem na avenida Paulista.

Folha presenciou a entrega do recibo, que se deu por volta das 15h, quando a manifestação acabou.

Mulheres de 30 e 40 anos e rapazes com aparência de pós-adolescentes entregavam uma pulseira numerada que usaram na manifestação a um homem de agasalho, que perguntava o nome da pessoa, preenchia o recibo e o entregava aos presentes.

No documento, consta que o pagamento é uma ajuda de custo para alimentação e transporte. Na parte de cima do papel, há impressa a data e o nome da manifestação: "11 de julho - Dia de Luta".

Em duas ocasiões, pessoas que organizam o grupo abordaram a reportagem e pediram para que deixasse o local.

Na fila, as pessoas confirmaram que não tinham relação com sindicatos filiados à UGT e que foram ao ato apenas para receber os R$ 70. Com medo de represálias, não quiseram dar o nome.

A UGT é presidida por Ricardo Patah, sindicalista filiado ao PSD, partido do ex-prefeito Gilberto Kassab. Ele negou que a central tenha pago manifestantes.

A UGT não foi a única central a ter pessoas que receberam dinheiro. A Folha falou com um rapaz e uma mulher com camisa da CSB (Central dos Sindicatos Brasileiros):

Folha - A que sindicato você pertence?
Rapaz - Ixi... Qual o nosso sindicato mesmo [pergunta para a mulher ao lado]?
Mulher - Este aqui, olha: CSB [e aponta para a camisa que vestia].
Folha - Mas o CSB é uma central sindical. Qual o sindicato específico?
Mulher - O dos trabalhadores... [Não existe um sindicato que represente genericamente "trabalhadores".]

Depois, ela declarou que foi à Paulista por R$ 50.

Em seu site, o CSB elenca como afiliados, por exemplo, o sindicato dos trabalhadores de processamento de dados do Estado, entre outros.

O dirigente da entidade presente à passeata negou pagamento aos militantes.

Tanto os manifestantes da UGT quanto os da CSB ficavam, com bandeiras e balões, diante do caminhão em que foram feitos os discursos.

Ao final do ato, militantes de outras centrais sindicais rumaram para a Consolação. Instados a continuar por pessoas com bandeira do PCO (Partido da Causa Operária) --de ideologia comunista trotskista--, os militantes da CSB e da UGT se recusaram: queriam ir embora.

Fonte: Folha
Show comments
Hide comments

9 commenti:

  1. E anche cosi' non c'era nessuno.
    Anche qui i sindacati non convincono piu' nessuno.
    Stefano

    RispondiElimina
  2. Franco,pero' dovresti chiarire il fato che in Itália a pagare i manifestanti e' quasi sempre um signore com i capelli dipinti e i sopratacchi.
    Uno che da quasi venti anni condiziona la vita italiana per salvarsi il deretano.
    I sindacati italiani hanno molti difetti,ma il pagare i menifestanti non e' uno di quelli.
    In ogni caso lo sciopero~manifestazione dell'11 luglio e' stato solo il tentativo del PT di appropriarsi dele proteste popolari e gettare la colpa per il malcontento generalizzato sul Congresso e ripulire la maschera della Rousseff.
    Tentativo andato a vuoto,per quello che si e' visto.

    RispondiElimina
  3. Benedetto,i sindacati italiani(decisivi nella lotta al terrorismo negli anni ottanta,sia detto a loro onore) hanno sempre e solamente difeso statali e burocrazia ,rappresentando una lobby mafiosa che non presenta un bilancio che sia uno (ed hanno ricevuto dallo stato italiano enormi regali)
    La tua ossessione monodimensionale e' un limite.
    Stefano


    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia non e' um ossessione.
      E' la verita', o vuoi negare che il tuo eroe paga ,oltre che le mignot.. ops,scusa,le escort,anzi no,lui e' solo um utilizzatore finale,i giudici , i testimoni, i partecipanti alle patetice manifestazioni a suo favore?
      Sai,criticare uma persona o um partito,che nel suo caso e' la stessa persona,non significa uma assoluzione automática per tutti gli altri personaggi e partiti politici.
      Pero' tra um plurinquisito e anche plurisalvato dalla prescrizione e dalle leggi cucite su misura e um ladro di polli ,converrai,uno si incazza col pesce grosso.
      O anche tu fai quel ragionamento ala Craxi "tutti corrotti nessun corrotto"?
      Perche' se fosse cosi' non dovresti criticare assolutamente criticare questi governi del PT, perche' ,o non lo sai?, la corruzione non l'hanno inventata loro.
      Pero' devo ammettere che vent'anni di "giudici comunisti,attacchi politic,persecuzione giudiziaria,un milione di posti di lavoro,L'Aquila e' stata ricostruita in tre mesi,i ristoranti sono sempre pieni,etc,etc,etc" hanno il loro effetto nelle menti deboli e senza capacita' critica.
      PS
      Magari monotemática,no?
      Oppure il tuo eroe e' di un'altra dimensione?

      Elimina
    2. Benedetto,
      la tua e' vera ossessione,comune alla povera "sinistra" tipo Repubblica che c'e' in Italia.
      Berlusconi ha grandi colpe,prima fra tutte non avere fatto nessuna delle riforme che prometteva, ma la situazione italiana,sempre piu' grave, ha molti altri ,ed alcuni piu' gravi colpevoli.
      Vogliamo parlare di chi ha permesso il saccheggio dell'Italia?
      Non ritengo il PT peggio del PSDB o del PMDB:hanno tutti interessi convergenti,del tutto avulsi agli interessi dei cittadini.
      Esattamente come in Italia.
      Stefano
      p.s. Monodimensionale e monotematico sono comparabili a sinonimi in questo contesto

      Elimina
    3. Ma se leggo "manifestanti pagati" e mi recordo dele putt,ops, escort,che fa' piu' fine , e dei manifestanti pagati,in Itália,non devo nominare Berlusconi?
      Stefano, ma Berlusconi le há pagate o no le claques?
      Povera "sinistra?
      Vedo che stai ampliando il dizionaretto,di solito leggo " la sinistra al caviale"
      Ma si,contimuiamo ad andare indietro nel tempo,che troveremo sicuramente il colpevole,tipo Adamo,che si e' fatto corrompere per um pelo di f.. da Eva.
      Io mi scompiscio,perche' sono critico con i Governo,e chi si sente criticato mi da' sempre del comunista,anzi no, qui in Brasile se critichi Lula e banda Bassotti ,ti danno dell'elite paulista.

      Ripeto e ripetero' senza stancarmi che un ladro non giustifica che tu rubi,sopratutto se come Lula e la mia ossessione mono~tri~ultra~dimensionale ti presenti come il portavoce dell'efficienza e dela giustizia socilae.
      Quindi,evviva le ossessioni,ma viva anche e sopratutto la verita'.. per me Lula e Berlusconi pari sono,come uguali sono quelli che a fronte delle evidenze di malgoverno e corruzione starnazzano senza alcuna vergogna " che bem altre sono le responsabilita',etc,etc,qua'qua'raqqua'...

      Elimina
    4. Benedetto,sei il classico indottrinato che vede le colpe solo in una persona.
      Ma la corruzione italiana e' nata con Berlusconi?
      Certo,sei tra quelli che si sono bevuti senza problemi che il tuo lato si finanziava con le salsicce vendute nei vari Festival dell'Unita' e non con mazzette a manetta.
      Credo che solo i soldi rubati in Monte dei Paschi di Siena (parlo di Siena,citta' notoriamente berlusconiana),banca non fallita grazie al pagamento di una rata IMU da parte di tutti gli italiani,dovrebbe farti riflettere prima di insistere con stupidaggini a senso unico.
      O vogliamo parlare del vostro eroe Prodi che dopo le sedute spiritiche d'infanzia si e' dedicato a svendere le industrie pubbliche su ordine dei suoi superiori di Goldmann Sachs,notoria istituzione benefica?
      Credo che la sinistra italiana non abbia alcun titolo per parlare:ha sempre rappresentato il baluardo dello stato italiano nel senso piu' degenere del termine.quello della spesa pubblica , delle mazzette e del fancazzismo.
      E,cosa ancora piu' grave,si e' sempre venduta ad interessi anti nazionali.
      Stefano

      Elimina
    5. E' evidente che leggi e non capisci.
      E parti con lo starnazzo.
      Io non sono indottrinato e la sinistra non e' "la mia parte"
      Ma tu evidentemente ancora non hai capito che Berlusconi e' stato il Presidente del Consiglio dell'Italia, e allo stesso tempo um corruttore,evasore, e amico di mafiosi.
      Se non ti entra nella zucca non posso farci niente.

      Elimina
  4. Chega a ser patético como a massa pode ser manipulada. Além dos manifestantes pagos, são comuns os infiltrados para subverter os objetivos do protesto, ou simplesmente dar motivos à repressão.

    Sei não, mas pelo que tenho acompanhado - inclusive pelos muitos parentes que vivem no Brasil - acho que alguma coisa começa a mudar. O importante é permanecer vigilante.

    RispondiElimina