Adbox

mercoledì 23 gennaio 2013

Rede de mentira


In una intervista rilasciata a Bruno Voloch, di UOL Esporte, la giocatrice brasiliana di volley femminile, Jaline Prado de Oliveira, dichiara, senza mezzi termini, di essere stata vittima di comportamenti discriminatori e di essere stata licenziata senza una giusta causa. Le affermazioni più forti sono state rivolte nei confronti del presidente del Soverato, Antonio Matozzo: Jaline ha dichiarato, infatti, di aver ricevuto maltrattamenti e minacce. Queste sono le sue dichiarazioni precise:
“Durante il mio settimo anno in Italia, purtroppo sono diventata una vittima. Sono stata maltrattata dal mio presidente e mi ha minacciata moralmente. Mi diceva che se non avessi fatto trenta punti a partita, mi avrebbe dato un calcio in c*lo e mandata via dal paese. Sono stata trattata come un cane. Ha anche mentito, dicendo che ho avuto un infortunio al ginocchio. Ho dimostrato che era un bugia.”
Jaline Prado svela come sarebbe nata la vicenda:
“La pressione sugli stranieri è enorme. E’ sempre stato così, non è questo il problema. C’è stata una riunione tra il presidente e la squadra intera. Mi ha umiliata e poi in una chiacchierata privata, mi ha minacciata di nuovo. Le minacce sono iniziate nel mese di dicembre e ho resistito solo perché avevo bisogno dello stipendio. Il presidente ha avuto il coraggio di chiamare il consolato e chiedere la mia estradizione.”
Ora, potete immaginare i commenti pubblicati nel blog di Voloch. Alcuni di questi sono la classica dimostrazione dell’intelligenza di certa gente:
“Italianos, como a maioria dos europeus , continuam arrogantes mas passam fome, tirando os riquinhos de sempre o povão tá mesmo numa m. de dar pena, tem muito europeu emigrando para o Brasil para poder comer, como já fizeram no passado.Volta pro Brasil, mulher, dê um pé-na-bunda desses idiotas”
“Os europeus sao mesmo racistas. eu ja sofri isso na Italia em 2009. vaza garota procura outros ares”
“Vergonha, a vaca da Piccinini veio aqui e foi super bem recebida e brasileiras vão lá e as tratam igual animal? Vergonha pra todos inclusive a CBV que não defende as atletas brasileiras deste tipo de situação.”
“Ha muitos anos frequento esssa parte da Europa, e tenho observado que ultimamente , os Italianos andam mais revoltados do que nunca!!!! A sujeira das cidades como Firenze, Milao e Roma da pra se ter uma ideia do esgoto que corre nas veias desse pessoal insolente!”
“A Itália é um dos países europeus mais preconceituosos em geral.”
“A Europa toda é xenófoba. Na hora em que o calo aperta, eles fogem da miséria e correm para os países que tanto desprezam.”
“Eles náo te trataram como cachorro náo. Eles trataram vocë como eles tratam qualquer ser humano: sem um pingo de respeito. Náo existe respeito entre eles mesmos. Náo te trataram como cachorro porque cachorro aí na Italia é mais bem tratado do que ser humano. Morei anos em Miláo e ano passado fizeram um pesquisa e constataram que em Miláo tem mais cachorro do que criancas de 0 a 5 anos. Vem embora e deixa esse povo viver no meio de cachorros. Eles gostam.”
Ma il commento che definisce per bene il classico “jeitinho brasileiro” è il seguente:
“Jaline pega uma indenização astronômica, volta linda e rica pro Brasil e deixa essa Itália falida pra tras……… volei italiano mais decadente que a carreira de muitas jogadoras por aí rs”
In ogni caso non é la prima volta che questo giornalista pubblichi articoli contro l’Italia. In un altro suo post chiama noi italiani di “codardi”:


E questa storia dei “codardi” la sento da abbastanza tempo, e sarei grato se qualcuno mi spiegasse da dove derivi tale idiozia.

Ma torniamo alla nostra Jaline. Al di là che siano vere o false le sue affermazioni (lo vedremo dopo) perché lei dice di essere trattata come un cane (a parte il fatto che i miei cani sono trattati da Dio)? Per il semplice motivo che i brasiliani non riescono a capire che il nostro modo di parlare e di fare non é dovuto a maleducazione o ignoranza, ma solamente al nostro tipico comportamento. Il fatto che noi a volte gridiamo invece di parlare o che inseriamo qualche parolaccia durante un discorso (anche se qui “porra” e “filho da puta” sono sulla bocca di tutti), per il 99,99% dei brasiliani questo é sinonimo di grande maleducazione.

Il Brasile é un paese strano, o per meglio dire assurdo. Il brasiliano accetta senza reclamare che un “moleque” di 14 anni o meno possa rapinare o uccidere qualcuno, ma se provi a dargli del “cretino” rischi di ricevere una denuncia per maltrattamenti o ingiurie. E solo per darvi un’idea, molte persone che mi conoscono mi considerano ancora adesso “porco, grosso, bocudo e mal educado”, quindi immaginatevi cosa possa pensare una persona che non mi conosce.

Allora é probabile che il presidente Matozzo si sia espresso in modo “informale” con la sua giocatrice e che Jaline abbia compreso le sue parole come una forma di discriminazione nei suoi confronti. È anche interessante notare che l’intervista alla UOL sia stata rilasciata DOPO che la società di volley Soverana abbia rescisso il suo contratto:
Era nell'aria dopo alcuni commenti apparsi su un social network e oggi è arrivato il comunicato ufficiale da parte della società biancorossa che ha ufficializzato la fine del rapporto con la pallavolista Jaline Prado de Oliveira, 32 anni. La schiacciatrice brasiliana avevo espresso la sua disapprovazione per la situazione creatasi già Domenica sera quando, sulla pagina Facebook della Volley Soverato, nel tabellino dell'ultima partita compariva il suo nome nella lista dei "non entrati" durante il match. L'atleta ha tenuto a precisare all'interno dello stesso "post" come lei non sia proprio partita per la trasferta di Casalmaggiore e a chi pensava che ciò fosse avvenuto a causa di un infortunio, la giocatrice ha tenuto a precisare che non presenta alcun guaio fisico. Stamattina la nota della società del presidente Matozzo che dovrà ora iniziare a vagliare le possibili soluzioni di mercato per rimpiazzare la pedina perduta.
Curioso di sapere la verità, ho contattato la Volley Soverato tramite la sua pagina di Facebook, e questa é stata la risposta:
IL PRESIDENTE MATOZZO
«Mai minacciata, mai maltrattata. Anzi, ha sempre avuto tutto da me. Basti pensare che ancora vive a Soverato in un appartamento messo a disposizione della società. Il problema è che ha un disturbo al ginocchio che le impedisce di giocare». Così Antonio Matozzo, presidente della Volley Soverato, replica alle accuse della giocatrice brasiliana Jaline Prado de Oliveira. «E’ stata messa fuori squadra – ha detto Matozzo all’Ansa – perché, dopo averle fatto firmare il contratto, è venuta fuori una risonanza magnetica che dimostra che ha un disturbo serio al ginocchio. Le abbiamo detto: se vuoi giocare firma e ti assumi la responsabilità di eventuali infortuni. Non sapevamo del problema quando le abbiamo fatto firmare il contratto. Nonostante questo, nel periodo in cui è rimasta qui, in 10 mesi le abbiamo dato, tra stipendi ed altro, 50 mila euro. Duemila euro li abbiamo pagati prima che firmasse ed ogni volta che aveva bisogno anticipavo io il denaro che le serviva, anche per andare dal medico. Adesso ci ha fatto causa ed il suo avvocato dice che un ortopedico di sua fiducia sostiene che può giocare. Allora si assuma lui la responsabilità. Ma allora perché ha rifiutato l’artroscopia ed una visita specialistica. Se dice di essere sana e di poter giocare, perché non si trasferisce in un’altra società dove la vogliono, visto che adesso è libera essendosi rotto il rapporto fiduciario che la legava a noi? E perché continua ad occupare il nostro appartamento quando ha un biglietto pagato da noi per il Brasile per tornare a casa?». Anche la vicenda dei 30 punti a partita, secondo Matozzo, è strumentalizzata. «Spesso – spiega – mi ha chiesto degli anticipi sullo stipendio ed io glieli ho sempre dati. Allora, per spronarla, le dicevo: adesso però fammi 30 punti, ma non era una pressione, era uno stimolo. È sempre stata trattata con i guanti. La chiamavo affettuosamente ‘cioccolatino’. L’abbiamo presa perché doveva essere la nostra punta di diamante, ma in campo non saltava neanche. Sono fortemente amareggiato – ha concluso Matozzo – per questa vicenda. Una giocatrice di prestigio si dovrebbe solo vergognare di tenere questo atteggiamento».
Quindi chi ha ragione in tutta questa faccenda? Quello che é certo che per i brasiliani, qualunque cosa noi facciamo, é sempre motivo di critica, e in ogni caso sono loro i primi a mostrare preconcetti verso di noi o con gli stranieri in genere. Non c’è modo di far capire a questo popolo che il fatto di usare determinate espressioni o un tono di voce diverso dal loro non é motivo di maleducazione, ma di abitudini e costumi diversi. E questo Brasile così liberale e aperto verso ogni cultura differente dalla loro, non é poi così come dicono. La loro bella “facciata” sempre sorridente nasconde una mentalità chiusa e piena di preconcetti, cosa che noi perlomeno non abbiamo, perché preferisco mille volte una persona che mi dia del “cretino” in faccia che un’altra che mi sorrida davanti e mi pugnali alle spalle. Ma anche questa é una forma di cultura diversa.
Show comments
Hide comments

35 commenti:

  1. Ragione...Torto...a chi importa?
    La piccola negretta è vittima per antonomasia, e il ricco ma fallito italiano che la stipendia è il criminale e maleducato.

    Cosa ti aspettavi?

    Ricordati che proprio in Brasile è nata la frase: "Chi alleva un cobra nel petto muore avvelenato".

    RispondiElimina
  2. Franco, questo Bruno Voloch e' un emerito imbecille,considerato cosi' anche e sopratutto nell'ambiente sportivo.
    Da anni scrive contro Bernardinho,l'allenatore della nazionale di Volley brasiliana per motivi personali.
    L'imbecille e' sposato con una ex giocatrice della nazionale femminile.

    RispondiElimina
  3. Ma che schifo questo Brasile e i brasiliani, sentite ma perché non predette i vostri quattro pani e rientrate per sempre nella vostra amatissima Italia?

    RispondiElimina
  4. Cara Janice, il tuo commento, anche se a prima vista puó sembrare sensato, dimostra proprio la poca intelligenza di certa gente. Leggendo il post, le affermazioni di Jaline, le spiegazioni di Matozzo e i commenti dei tuoi amatissimi connazionali, lo capirebbe anche un bambino chi ha ragione e chi ha torto, e non é certo col tuo commento che aiuti a rivoltare la questione.

    La mia Italia sará per me sempre amatissima, e non sará certo l'ignoranza di alcuni a farmi cambiare idea. Non ho nessuna intenzione di spiegarti il motivo per cui vivo qui nel tuo "fantastico" paese, quello che mi consola é che siete quasi 200 milioni di brasiliani, ma le persone come te o come quelle che hanno commentato nel blog di Volch per fortuna sono in minoranza, e non é certo un commento sarcastico, scritto forse in un momento di rabbia (perché poi?)che potrá cambiare le cose.

    RispondiElimina
  5. Per l'anonima/o che si firma Janice consiglio una amena lettura giusto per stare fuori argomento.

    Inoltre è la tua passione Jaline Prado de Oliveira che si trova nella fallita Italia a rubare gli inutili Euro. Quindi è più probabile che lei prenda i suoi quattro panni e torni nel ricco Brasile.

    Io, personalmente, se dovessi trasferirmi, non potrei prendere i miei quattro panni, ma credo che dovrei utilizzare un mezzo container.

    Inoltre, come anonima commentatrice, senza arte ne parte, le tue parole valgono come la carta igienica usata. Solo i vigliacchi si nascondono dietro pseudonimi inventati.

    RispondiElimina
  6. Querida Janoce, porque nao tenta escrever sobre o assunto ?
    O tambem indicar para nos onde esta' escrito que o Brasil da' asco?

    Ah, i quattro pani noi ce li facciamo in casa, che in Brasile, quasi sempre, il pane fa schifo

    RispondiElimina
  7. Il Brasile non fa schifo, per il contrario. Il problema sono certi idioti che ci vivono.

    RispondiElimina
  8. Caro anonimo,se ti spiegassi meglio potresti levarci il dubbio che tu sia uno di quelli.

    RispondiElimina
  9. kkk... mi auguro che l'anonimo di cui sopra intendesse parlare di certi autoctoni di questo paese, e non ad altri che sono solo venuti a vivere qui. Ma tutto é possibile.

    RispondiElimina
  10. MORRO NA ITALIA DA 5 ANO.TENHE MUITA GENTE BOA.+ TBM TENGE QUE NN VALE NADA.SAO RACISTA SIM,FALAM DO BRASIL,QUE NOS PASSAMOS FOME ,TENHE MUITA DELINCRUENCIA.+SI ESSES ITALIANO QUE FALAM DO BRASIL NN Vè QUE A ITALIA TA PIOR QUE O BRASIL.GENTE QUE PASSA FOME,VELHOS QUE TRABALHAM UMA VIDA E QUANDO SI APOSENTA GANHA UMA MISSERIA..AQUI TA UMA CRISE QUE VCS NN PODEM INMAGINAR.OS ITALIANOS SO FALAM O QUE LHI CONVENIE.ACREDITEM AQUI SI NN MUDA NN SEIO COM SI VAI ACABAR.PODEM ACREDIATAR.EATA PIOR QUE MEU BRASIL.MUITO ESTAO INDO EMBORA QUANDO CHEGAM EM OUTRO PAISE SAO TRATADOS BEM PRINCIPALMENTE NE BRASIL.ACHO QUE DEVERIAM LAVA A BOCA COM AGUA SANITARIA QUANDO FALAR DO BRASIL.SOMOS O PAIS RICO DE TUDO,DE CORACAO,DE ESPIRITO,E DE ANIMA.E OUTRA COISA NN TRATAMOS NINHUèM COM INDIFERENZA.

    RispondiElimina
  11. FALAM QUE NO BRASIL MENINOS DE 14 ANOS ROBAM.AQUI NA ITALIA è PIOR .PORQUE TENHE REGAZZI COME ELES DIZEM AQUI,QUE VENHE DE FAMILHIA BEM DE VIDA E ROBAM.PORQUE AQUI PRA ELES UM RAPAZ DE 18 A 30 ANO SAO REGAZZI,QUE EM PORTUGUèS QUE DIZER ADOLECENTE.è UMA COISA INCRIVèL.ACONSELHO VCS AMIGOS BRASILEIROS A GUARDAREM OS JORNAL DA ITALIA VAO Vè,QUE NN ESTOU MENTINDO.AGORA MESMO TEVE UM ROUBO NA BANCA AQUI QUE SI CHAMA MONTI DI PASCHI.TENHE O RISCO DE IR AO FALIMENTO.SI FOR AO FALIMENTO INMAGINE QUEM TENHE DINHERO NESSA BANCO VCS PODEM INMAGINAR.AQUI MENINOS E MENINAS DE 14 15 ANOS BèBEM COMO LOUCOS DROGAM TUDO QUE VCS POSSAM INMAGINAR.E AINDA FALAM DO BRASIL.QUEREM SABER + ASSISTAM TG2 TG5 ETC.AI VCS VAO Vè A ITALIA QUE ELES NN QUEREM QUE O MUNDO SAIBA.BJS A TODOS AMIGOS BRASILEIRO.

    RispondiElimina
  12. Caro anonimo,forse io avrò bisogno di lavarmi la bocca con "agua sanitaria", anche se preferisco un buon bicchiere di vino, ma tu sicuramente hai bisogno di andare di corsa da un oculista, considerando che non sai vedere i problemi del tuo "grande" paese. E mentre sei da quel medico, fatti dire per quale motivo riesci solo a vedere le cose negative dell'Italia (cosa c'entra poi le pensioni che si ricevono in Italia, questo lo sai soltanto tu, anche perché qui con un salario minimo non é che stai molto bene). Poi, quando esci dal suo studio, cerca un buon neurologo e digli di spiegarti per quale motivo, pur essendo il mio paese così "ruim", tu ci vivi lí da 5 anni e penso che non tornerai presto in Brasile. Finita la "consulta" di questo medico ti consiglio di approfittare di essere ancora in Italia e iscriverti in una qualunque scuola pubblica e privata, così imparerai a scrivere in modo corretto la prossima volta che vorrai fare un commento.

    Sul fatto che voi brasiliani non trattate nessuno con indifferenza, anche se non capisco bene il senso di questa frase, penso di avere qualche dubbio. E forse il tuo paese sarà ricco di tutto come tu dici (ma anche qui i dubbi non mancano), ma di sicuro le persone che vi abitano sono di una "povertà", sia economica, sociale o intellettuale, che fanno sembrare il Brasile non terzo, ma quarto o quinto mondo, Ma scommetto che tu sei uno di quelli che crede nella sesta potenza mondiale, vero?

    RispondiElimina
  13. A ITALIA è UM PAIS MUITO BONITO.SABE QUAL è O POBLEMA.SAO CERTOS INDIOTAS QUE VIVEM AQUI.AQUI TENHE MUITA GENTE MARAVILHOSA,QUE VCS NN PODEM INMAGINAR.+TODO PAIS è MUNDO.ATè AGORA NN ENCONTREI PESSOAS QUE MIM TRATASSE MAL.SOU CASADA E VIVO BEM COMO MUITA GENTE.+ AMO MEU BRASIL E NN ADIMITO QUE NINGUèM FALE MAL.POSSO VIVER AQUI MAIS SOU BRASILEIRA DE CORPO E ALMA COM MUITO ORGULHO.

    RispondiElimina
  14. Sai qual'é il problema del Brasile? Certi idioti che vivono qui, quindi come vedi abbiamo qualcosa in comune. Essere orgogliosi va bene, essere cechi o pieni di preconcetto é un problema.

    RispondiElimina
  15. MAIS NAO SOU CEGO.COMO VC DIZ QUE O POBLEMA è DE CERTOS IDIOTAS BRASILEIRO QUE VIVEM AQUI.MAIS COMO NO BRASIL TA PIENO DE IDIOTAS ITALIANO.NN SAO TODOS FALAMOS CLARO.MAIS VC QUER DIZER QUE NOS BRASILEIROS SAMOS + PRECONCEITOSOS QUE VCS ITALIANO....NN AMIGO VC TENHE QUè DEFENDER SEU PAIS COMO EU DEFENDO O MEU.MAIS A VERDADE è QUE A ITALIA,è UM PAIS PIENO DE PRECONCEITO.NN POSSO DIZER COMO A GERMANI,PORQUE A GERMANIA è FORA DE CONTROLE.EU VIE CERTAS CENA AQUI NA ITALIA QUE VC NN PODE INMAGINAR.COMO DISSE ANTES AQUI TENHE GENTE MARAVILHOSA,GENTE QUE TI AJUDA SI VC ENCONTRA AQUELES ITALIANO BOM DE CORACAO DE ANIMA.EU AMO MORRA AQUI TI FALO DE TODO CORACAO.MAIS COMO MUITOS COMENTAM QUE O BRASIL ,TENHE MENINOS DE 14 15 ANOS QUE FAZ E ACONTECE AQUI è IGUAL.SI FALA DA PROSTITUICAO,AQUI è IGUAL.PORQUE EU CONHECAO REGAZZA.QUE FAZEM FACULDADE OS PAIS FAZEM UN CULLO COSI COME CI DICE QUI.E VAO COM VELHOS POR ROUPA FIRMADA.QUE VC SABE QUE CUSTA.ENTAO NN SOMOS NENHE MELHOR + TBM NN SOMOS PIOR.SEM FALAR DA CRISE QUE ESTA LEVANDO A ITALIA A FALèNCIA.ESPERO QUE ESSA CRISE PASSE,PORQUE TENHE MUITA GENTE QUE ESTA SOFRENDO.POR CAUSA DESSES POLITICOS QUE SO PENSAM A Sè PROPRIO NN PENSA NO POVO.SEM FALAR NOS VELHOS QUE FORAM QUEM CONTRUIRAM ESSE PAIS.AMIGO NN FIQUE MAGOADO PORQUE FALO ASSIM OK.

    RispondiElimina
  16. Stai tranquillo anonimo, non sono per nulla "magoado", e nemmeno cerco di difendere il mio paese da accuse in parte veritiere. Ma non sopporto quando qualcuno mi dice che il Brasile é meglio dell'Italia. Questa é una "mentira" di proporzioni gigantesche perché, se dovessi fare u paragone tra i due paesi, il Brasile andrebbe all'ultimo posto della graduatoria. E non lo sto dicendo perché sono italiano, ma proprio perché, essendo un italiano che vive in Brasile, conosco bene il mio paese quanto il tuo. Quindi a mio avviso non c'é nessun vincitore, ma solo situazioni che fanno queste due nazioni diverse tra loro.

    RispondiElimina
  17. FRANCO MAIS ACHO QUE OS 3 PAISE NO MUNDO QUE ESTA EM ISVILUPO SAO-BRASIL CHINA E INDA.TU TENHE CORAGEM DE DIZER QUE AQUI NN TENHE POBRES,NINGUEM QUE PASSA FOME.QUANTO O QUE EU GANHO TU O QUE SABE.EU DISSE QUE ESTOU AQUI DA 5 ANOS.+ NN DISSE QUE COISA FAZIA.PORTANTO CARO FRANCO VC DIZER QUE AQUI ESTA MIL MARAVILHA.SI TENHE UM QUE DEVE ANDA A PROCURA DE UM MèDICO ESSE è VC.PORQUE ACREDITO QUE VC DEVE ESTA BEM E NN CONSEGUE Vè A DIFICULDADE DA SUA GENTE.ENTAO TODAS ESSA NOTICIA QUE DA, OS JORNAIS è TUDO MENTIRA.A ITALIA JA TEVE TEMPO BOM CARO FRANCO + VC MELHOR QUE EU SABE MUITO BEM DISSO.TODOS OS DIAS ,SI Vè AS PESSOAS SI LAMENTANDO.E TU ABRE A BOCA PARA DIZER QUE NN è ASSIM.è VERDADE NO BRASIL TENHE POVèRITA SIM .COMO AQUI CARO FRANCO.POR ONDE SI ANDA VC SENTE SEMPRE O MESMO COMENTO A CRISE ETC.E QUANTO VC DIZER QUE EU LOGO LOGO VOLTO PARA MEU PAIS.EU POSSO VOLTA,QUANDO EU QUIZER,NN TENHO POBLEMA.O BRASIL è TAO MISERAVEL COMO DIZ VC.+ NO TEMPO DA GUERRA QUE VCS MORRIA DE FOME FUGIRAM PARA O BRASIL E LA FIZERAM A VIDA.PORQUE REALMENTE ANTES ERAM CONSIDERADOS DE GENTE TRABALHADORA.+ ISSO NO TEMPO DA GUERRA.COMO FUGIRAM PARA A AMERICA,MAIS EM AMERICA FORAM TRATADO MUITO DIFERENTE.PRINCIPALMENTE AQUELES QUE ERAM DA SICILIA NAPOLI ETC.ENTAO CARO FRANCO VEJO QUE ESTAI A CRITICA O BRASIL MAIS A FOME AQUI VC SABEM QUE COISA è.SI AQUI EM ITALIA ESTAO BEM NN TENHE CRISE,PORQUE MUITOS EMPRESàRIOS ESTAO FUGINDO PARA OUTROS PAISE.A PARTE AS TAXAS QUE PAGAM QUE SAO UM ABISURDO E OUTRAS COISA,ACHO QUE NESSE PONTO VC è DE ACODO OU NN.

    RispondiElimina
  18. Scusa se cambio argomento, ma dimmi la veritá: tu non sei brasiliano, vero? Mai ho visto fare cosí tanti errori di portoghese (senza offesa, ok?).

    RispondiElimina
  19. VOU FALAR A VERDADE.NN SOU LUI SOU LEI.SOU DOMENICANA.+PASSADO 1 ANO NO BRASIL.NN TENHE POBLEMA,EU GOSTO DAS PESSOAS QUE DIZEM O QUE PENSAM. KKKKK
    + VC MORRA NO BRASIL OU NA ITALIA.EU MORREI A RECIFE.EM UM POSTO DE NOME PORTO DE GALINHAS.MINHA MAè BRASILEIRA MEU PAI DOMENICANO.AGORA ELES MORRAM NO RIO DE JANEIRO PORQUE TENHE UM RESTAURANTE LA.

    RispondiElimina
  20. Quindi tu sei domenicana, hai vissuto SOLO un anno in Brasile, e hai il coraggio di criticare me, che sono italiano e che vivo in Brasile da diversi anni. È giusto quello che ho scritto, vero? E non credi che ci sia qualcosa di sbagliato in tutto questo, a parte il fatto di aver un po' movimentato il blog? Ognuno puó esprimere le proprie opinioni, ma si devono basare su fatti reali e non solo sul "sentito dire". Se io a volte critico il Brasile é perché so quello che dico e posso dimostrarlo in qualunque momento. Lo stesso vale per l'Italia. Quindi forse, la prossima volta, sarebbe meglio essere piú sinceri e pensare a quello che si scrive o si dice (e questo vale per tutti, non solo per te).

    RispondiElimina
  21. SI O BRASIL è ESSE PAIS ASSIM TAO RUIM QUE COISA VC FAZ AI.PORQUE NN VOLTA PARA SUA ITALIA QUE NN TENHE CRISE,DELINQUENCIA ETC.SI MEU PAIS ESTIVESSE MELHOR QUE O PAIS QUE ESTOU EU VOLTARIA.MAIS MESMO SABENDO QUE MEU PAIS ESTA ESTA MAL,EU NN TINHA POBLEMA DE FALAR.COMO EU DIGO MORRO NA ITALIA E FALO QUE AQUI TENHE MUITAS COISAS BOAS,E OUTRAS RUINS.A CRISE TENHE SIM AINDA MAIS AGORA COM O POBLEMA DA BANCA MONTI DI PASCHI.DE UMA COISA VCS ITALIANO TENHO CERTEZA SAO + TOLERANTE QUE OS BRASILEIROS.O QUE EU TENHO RAIVA ,AQUI è ESSES ROMENOS ,ALBANESE,MARROQUINOS QUE FAZEM TANTA COISA RUINS.ESSE ROMRNOS QUE ENTRAM NAS CASAS PRINCIPALMENTE DE PESSOAS DE UMA CERTA IDADE E MATAM.ISSO MIM FAZ MUITA RAIVA.ESSES DEVERIAM MANDAREM SUBITO DE VOLTA NO SEU PAIS.FAZEM MUITO MAL,MATAM POR ESTRANGULAMENTO.ACHO QUE SI UM VENHE DE OUTRO PAIS,DEVE SI COMPORTA BEM,MELHOR QUE NO SEU PAIS DEVEMOS RESPEITA AS LEIS E TUDO QUE DIZ RESPEITO AO PAIS.ISSO è UMA COISA QUE MIM REVOLTA.1 ANO FAZ VOLTAVA PARA CASA,POR POCO 2 MARROQUINOS NN MIM FAZEM DE MAL, POR SORTE UM RAPAZ PAROU E MIM PERGUNTOU SI EU TINHA UM CIGARRO,COMO EU TAVA FUMANDO EU DEI,ELE DISSE è SO UM PRETESTO AQUELES 2 ESTA LHI SEGUINDO.DEI O CIGARRO E LIGUEI SUBITO PARA MEU MARIDO.EU ESTAVA A POCOS METROS DE CASA MINHA.FOI DEUS QUE COLOCOU AQUELE RAPAZ NAQUELA HORA ALI.

    RispondiElimina
  22. AMIGO ITALIANO VC ASSISTE BALLARò.è MUITO INTERESANTE.FAZ Vè REALMENTE COMO ESTA A ITALIA.

    RispondiElimina
  23. Torna a scuola. Poi mi dici com'è mai una persona di lingua spagnola che è stata un anno in Brasile e cinque in Italia scrive in portoghese e non in italiano.

    Potevi scrivere in castigliano, con caratteri piccoli, senza voli pindarici, in modo che posso capirti, e quindi potrei risponderti.

    Eppoi perché questa difesa a spada tratta per il Brasile, dove, a tuo dire, hai vissuto solo un anno.

    Credo che sei un toscanaccio bugiardo, che vuole solo prendere in giro le persone. Bevi un poco d'acqua diuretica, che li è abbondante, che ti libera del fiele che è travasato a litri.

    Giancarlo il Mosta

    RispondiElimina
  24. Io sono il primo ad ammettere la mia ignoranza e riconosco di non sapere molte cose, ma dire a un italiano di vedere Ballaró per capire l'Italia, ce ne vuole proprio di coraggio!

    E con questo penso che sia chiuso questo discorso, se capisci quello che dico.

    RispondiElimina
  25. caro giancarlo mostachetti.no sono toscanaccio,come dice te.mai seria abbastanza felice di essere.e una discriminazione nei mei confronti,solo perchè sono stranieri.scusa non volevo offendere nessuno.mio italiano e un poco cosi, cosi...te saluto.

    RispondiElimina
  26. Forse non sarai un "toscanaccio", ma guarda caso stai scrivendo proprio dalla Toscana, per essere piú precisi da Montecatini Terme. Bel posto, e effettivamente l'acqua lí é buonissima.

    RispondiElimina
  27. franco.no avevi chiuso il discorso.mi dispiace no conosco montecatine sono andata a lucca ,pisa,firenze.bel come dice tu vado a vedere.

    RispondiElimina
  28. Certo che per parlare male l'italiano, caro toscanaccio, in alcuni passaggi potresti dare lezione a Divino Dante.

    Se vuoi fingere di non sapere bene l'italiano a me sta bene, come sta bene quando fingi di non conoscere l'idioma lusitano.

    Ma visto che non padroneggi bene queste due lingue, perché semplicemente non parli in castigliano, dove potrai chiarire il tuo pensiero in maniera più abbordabile.

    E non preoccuparti, Il Pais è tra le mie letture quotidiane, e non ho problemi nell'intendere quello che scrive, Specialmente quando scrive cazzate, e quindi è giocoforza che ci intenderemo molto bene. Non per niente ho letto (tre volte) il El ingenioso hidalgo Don Quijote de la Mancha

    il Mosta

    P.S. Se non sai scrivere nell'idioma di Fernando de Rojas ...... lascia perdere.

    RispondiElimina
  29. Intanto potrebbe farsi dare lezioni di latino dal padre frate..dice di avere il padre domEnicano !!

    RispondiElimina
  30. Strano questo dominicano fasullo, che strilla baggianate a raffica, visto che afferma di scrivere male in italiano e in lusitano, ma quando gli chiedo di esprimersi nella sua lingua madre scompare dalla scena.

    Probabilmente, messo davanti ad una mappa dei Caraibi, in cui appaiono solo i contorni delle isole, senza i relativi nomi, questo falso caraibico neppure sa indicare l'isola dove dice di essere nato.

    RispondiElimina
  31. Anche sei tu che provvedi a preparare i figli per la scuola, e ne approfitti per leggere le ultime novità?

    Altrimenti non si spiegherebbe la tua presenza davanti al PC alle 6:00 del mattino.

    Però, pensandoci bene, credo che con questa baggianata dell'ora legale li sono le 7:00.

    Ne approfitto per augurarti buongiorno!

    RispondiElimina
  32. In questo momento qui sono le 7:34 e la prima cosa che faccio quando mi alzo al mattino é di accendere il computer. Poi vado in bagno, faccio colazione, ecc.

    Io sono davanti a questo "trabiccolo" dalle otto del mattino (a volte anche prima, come puoi vedere) fino alle sei di sera. E a volte capita di starci anche dopo cena. Ma non vado su Facebook o Twitter, e nemmeno a vedere le donne nude. Sono qui davanti per lavoro, e anche se a volte puó essere stancante o noioso, é sempre meglio di fare il "faxineiro" o lavorare 8 ore in fabbrica.

    E un giusto e doveroso BUONGIORNO anche a te!

    RispondiElimina
  33. Come avrai notato sul mio blog, io sono Twitter e Facebook free. Credo che Twitter potrebbe essere utile in certi casi, ma Facebook sta trasformandosi in una nuova religione, ossia, come dicono i comunisti, è l'oppio dei poveri.

    E quando dico poveri, riferendomi a Facebook, non intendo economicamente, ma neuronicamente, perché sono convinto che per passare ore scrivendo stronzate copiandole da altri profile e cose simili, indica che la persona ha una massiccia penuria di neuroni.

    P.S. sto cercando un "faxineiro" o faxineira, stipendio di legge e Libretto di Lavoro in regola, compreso il pranzo e una merenda. Se ti interessa!! (: (: (: (: (:

    RispondiElimina
  34. Scusatemi che vi interrompo io sono brasiliano nato a rio ma sn italo-brasiliano da parte di mio padre che è italiano ma quell anonimo che ha commentato poco fa che è domenicana se ho capito bene vorrei solo dire una cosa non puoi paragonare due paesi soltanto delle parti negativi lo dico perchè ho vissuto 14 anni in italia e non ho mai avuto questi problemi di razzismi anzi gli ammirano cosi tanto il brasile certo in questo momento l'italia sta passando una fase molto difficile per causa dei politici che rubano ma non dimenticare che il brasile è molto peggio dell'italia lo dico perchè so come funziona in brasile sono da anni che i cittadini brasiliani rispondono la solita cosa tipo dobbiamo migliorare l'educazione- salute-sicurezza ecc ecc invece di parlare delle frasi invetate infomarti che fai piu bella figura anzi meglio convivere il paese e poi dai il giudizio !!!!!!! CARO ANONIMO DOMINICANA !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo, benvenuto nel "Club degli Italiani Mal Visti"!

      Tu non hai idea di quanti insulti io e altri italiani riceviamo solo per il fatto di pubblicare qualche notizia. E ogni volta ci accusano di razzismo, di maleducazione, di sporcizia e altro. Ormai io non ci faccio quasi piú caso. È ovvio che su quasi 60 milioni di italiani puoi trovarne qualcuno con poco cervello, ma pensare che siamo tutti cosí é a dir poco esagerato. Per la veritá noi italiani siamo abituati a questo. Anche in alcune nazioni europee noi saremo sempre degli "mangia-spaghetti".

      In ogni caso ti ringrazio tantissimo del tuo commento e del tuo appoggio. Abraços!

      Elimina