Adbox

mercoledì 9 gennaio 2013

O Brasil da Copa

1300824

Prostitutas de BH têm aulas grátis de inglês para se preparar para a Copa

A ideia é ensinar o básico. "Fruits" (frutas), por exemplo. Mas o "vocabulário técnico", como "condom" (preservativo), também estará presente em aulas de inglês que prostitutas de Belo Horizonte terão para receber os turistas na Copa de 2014.

"Elas vão aprender frutas, verduras, legumes. Mas algumas palavras a gente pode trabalhar mais, no sexo, no fetiche", diz Cida Vieira, 46, presidente da Associação de Prostitutas de Minas Gerais.
Cerca de 20 garotas de programa já se inscreveram para participar do curso gratuito, organizado pela instituição. A expectativa de Cida é que até 300 das 4.000 associadas frequentem as aulas até o final do ano.

As classes de idiomas já têm local para acontecer: uma sala cedida pela Associação dos Amigos da Rua Guaicurus (zona de prostituição de Belo Horizonte).

VOLUNTÁRIOS
O grupo busca professores voluntários. A vice-presidente Laura do Espírito Santo, 54 (mas "colocando muita menina de 20 no chinelo"), diz que a associação já conta com psicólogos e médicos voluntários, o que a faz acreditar que não haverá dificuldade.
Se for preciso, porém, serão contratados profissionais.
A ideia é que o curso dure entre seis e oito meses e que as primeiras turmas tenham início até março. A associação planeja ainda aulas de francês e italiano.

QUALQUER PROFISSÃO
Para Pollyana Temponi, 27, "profissional do sexo há três", o inglês vai servir para negociar preço e combinar como vai ser o programa com o cliente.
"Hoje em dia em qualquer profissão você tem que saber inglês", diz.
Outras sonham mais alto: "Vou fazer o curso porque a única coisa que sei falar hoje é 'I love you'. É inglês, né? Te amo? Isso fica difícil falar. Mas talvez, quem sabe? Posso me apaixonar", diz a prostituta C., 54, que não quis ter seu nome divulgado.

fonte: Folha.com

Io non ho nulla contro le prostitute. Anzi, che Dio le benedica! Ma che, invece di trovare un modo di debellare questo triste “commercio” si tenti di renderlo più attuale, proprio non lo capisco. E dalla pagina di Facebook di  questa associazione apprendo:
Projeto pretende legalizar prostituição para evitar abusos durante a Copa
Nas cidades que receberão jogos da Copa do Mundo, muitos trabalhadores já se preparam para receber a horda de turistas sedentos por diversão e possuidora de carteiras recheadas de dólares e euros, entre eles os profissionais do sexo da Rua Guaicurus, no Centro de Belo Horizonte. A Associação de Prostitutas de Minas Gerais (Aprosmig), por exemplo, se organiza para oferecer cursos de inglês e de francês para suas associadas a partir de fevereiro. “A demanda vai aumentar muito na Copa, por isso vários profissionais do sexo de outros estados virão para cá. Temos que fazer uma Copa consciente e aproveitar o momento para fazer um debate sobre os direitos das prostitutas”, afirma a presidente da entidade, Cida Vieira. Ela acredita que a oportunidade será muito importante para jogar luz sobre a questão da prostituição no país e promete muita mobilização até o apito inicial da competição por parte da Aprosmig e da Rede Brasileira de Prostitutas.
Questo è il Brasile della Coppa del Mondo. Questo è il paese in cui vivo e in cui tutti pensano che sia il miglior posto del mondo. Ma è una mia impressione, o questo paese, invece di migliorare, sta peggiorando sempre di più?
Show comments
Hide comments

9 commenti:

  1. Caro Franco, la prostituzione è il mestiere piu antico del mondo in qualsiasi posto della terra, inoltre in Brasile non c'e una legge che la vieti.Certo, potrebbero investire energie e insegnamenti a fasce di popolazione diverse...ma non è cosi. Il settore del sesso in Brasile attira molta domanda e cosi " aiuta " a far " girare " l'economia, l'importante è che entri denaro!!!

    Quando ho sentito la notizia al telegiornale credevo fosse una barzelletta, e ho pensato: chissà che cosa scriverà Franco nel suo blog??!!
    Rosanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti non é una cosa molto grave. Ci sono cose peggiori di queste. Peró sembra proprio una barzelletta!

      Elimina
  2. "Uma operação da Polícia Civil do Ceará de combate à prostituição .... deteve 50 turistas...A operação ocorreu em pontos turísticos da orla de Fortaleza"

    "Em dezembro, segundo a Polícia Civil, aumenta o número de turistas que chegam a Fortaleza para cometer crimes de exploração sexual"

    Sarà che Belo Horizonte fa parte di un'altro pianeta? Li la prostituzione è una professione regolare, magari tassata, con tassazione differenziata se il pagamento è fatto in Dollari, Sterline, Euro o Yen.

    Ovviamente i pagamenti in Reais avranno un'abbattimento dell'aliquota fiscale.

    D'altronde, in un paese dove è ammesso fare sesso con minorenni, con età spesso inferiore ai 12 anni, è consentito per legge, una volta che si dimostra che la bambina non era vergine ed era già prostituta, cosa possiamo aspettarci?

    A quando il corso d'inglese per i rapinatori, che potranno farsi capire dai turisti che stanno rapinando?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente queste gentili donzella si armeranno di "maquininha" per carte di credito, visto che avranno clienti internazionali. E probabilmente penseranno a un sistema di "parcelamento sem juros", visto che qui va di moda.

      Per il corso d'inglese dei rapinatori non mi meraviglierei se qualcuno ci pensasse seriamente, considerando che qui sia ha diritto a relazioni intime e una "bolsa familia" anche a chi é in prigione.

      Elimina
  3. Franco, forse non hai letto bene la notizia.
    Il corso d'inglese e' un progetto della associazione prostitute,mica e' pagato dal governo.
    Quindi, sai che ti dico?
    Affari loro.
    No?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che non é il Governo dello Stato di Minas Gerais a promuovere questa iniziativa, infatti se vai a vedere ho anche menzionato la pagina web di questa associazione. Peró tutto questo mi sembra ridicolo. In Italia, non so piú quando, c'era un movimento atto a togliere le prostitute dalle strade in modo da dargli delle condizioni migliori, con meno pericoli sia di salute che altro. Qui invece sembra che facciano di tutto per incentivare questa professione. Affari loro, hai detto bene, ma in ogni caso mi sembra ridicolo.

      Elimina
    2. Mha,una associazione che fa' dei corsi di inglese,a spese proprie , ai suoi associati, non mi sembra un fatto ridicolo.
      Ridicolo e' l'impreparazione del complesso turistico-alberghiero agli eventi,Coppa del Mondo e Olimpiadi,che vengono divulgato come la vetrina del Brasile.
      A Rio de Janeiro solo da qualche anno si possono trovare dei tassisti che parlino un poco di inglese.
      E questo mica per interessamento del Governo.
      No, ma solo per l'entrata nel mercato di molte persone che hanno studiato,per latre professioni ,ma che guadagnano molto di piu' con il taxi.
      Franco,non so' se tu conosci i numeri del turismo in Brasile,i brasiliani in genere credono che il loro paese sia il paradiso dei turisti,ma i numeri danno una realta' desolante.
      Di turisti intercontinentali qui se ne vedono molto pochi.
      Nonne arrivano neanche due milioni!
      A Cuba ne ricevono di piu'!
      In tutto ,sono circa 5 ilioni e poco piu' di turisti per anno,che vanno a Rio, Sao Paulo, Salvador e le spiaggie del Nord Este.
      E basta.
      Quando poi leggi che a New York,l'anno appena finito, ha accolto circa 50 milioni di turisti , capisci che davvero il turismo in Brasile e' una barzelletta.
      Ne riparliamo dopo la Coppa del Mondo.

      Elimina
  4. QUESTO BRASILE È UNA VERGOGNA, UNO SCHIFO,,,NON HO PAROLE.....

    RispondiElimina
  5. secondo voi ci sarà qualche sprovveduto che viaggerà in Brasile in occasione della Coppa del Mondo, con prezzi raddoppiati in tutti i settori turistici rispetto ai già esorbitanti prezzi praticati attualmente e con la crisi che attanaglia l'europa? E quand'anche il malcapitato dovesse venire, dopo il salasso di hotel, taxi, ristoranti e biglietti d'ingresso alle partite, secondo voi avanzerebbe anche i soldi per andare a p.? Mi sa che le gentili donzelle dovranno ripiegare sul sicuro cliente locale... lasciando l'inglese in soffitta!

    RispondiElimina