Adbox

lunedì 28 maggio 2012

Per chi pensa che i mobili della Ikea facciano schifo


Allora… cercherò di essere chiaro e rapido, così riusciremo a capire di cosa sto parlando senza perdere troppo tempo (anche perché l’argomento non è certo tra i più importanti).

Quando vivevo in Italia avevo in piazzato in corridoio quattro librerie Billy della Ikea, pagati la modicissima cifra di 39 euro. Sempre dalla Ikea avevo comprato alcuni mobili della cucina e altre piccole cose. Inoltre, considerando i pochi soldi che guadagnavo, TUTTI i mobili che avevo in casa erano super-economici, comprati in quelli che dalle mie parti si chiamavano “Mercatoni”, cioè grandi magazzini con prodotti molto economici.

Fatta questa premessa, devo ammettere che anche qui in Brasile la mia situazione economica non è migliorata di molto, e di conseguenza i mobili che ho ora in casa sono stati acquistati quasi tutti da Casas Bahia. Un vantaggio di Casas Bahia è che per i mobili, anche quelli più semplici, c’è la possibilità di avere un montatore che viene a casa tua senza spendere altri soldi aggiuntivi. Il problema è non tutti i mobili che voglio li trovo a Casas Bahia, e così ho avuto la sventura di comprare una libreria presso la Loja Americanas e un’altra presso la Carrefour. Questi negozi non fanno il montaggio di mobili, quindi bisogna arrangiarsi da soli.

Nessun problema per me, visto che sono abituato a montare i mobili da solo, compresi anche armadi e altro. O perlomeno questo era quello che pensavo…

Facciamo un piccolo salto indietro. I mobili della Ikea, al di là di quello che si dice, sono di una facilità estrema da montare, basta seguire attentamente le istruzioni e non fare di testa propria. I mobili vengono sempre accompagnati da tutta la ferramenta necessaria, così con un solo cacciavite e un martello potete montare qualunque cosa.

file_30Bene. Sapete cosa sono gli spinotti di legno?
Sono degli spinotti che vengono inseriti fra le varie parti per fare in modo che sia più facile il montaggio e per assicurare meglio i vari componenti.

Quindi per montare una libreria normalmente la procedura è la seguente:
prima si mettono tutti questi spinotti
ikea1
poi si incastrano i vari elementi
ikea2
poi si fissa il tutto con delle viti per rendere più sicuro e stabile il mobile
ikea
poi si mette il pannello posteriore
ikea4
e infine si fissa la libreria alla parete per evitare una eventuale caduta.
ikea5

Bene. Qui in Brasile sembra che gli spinotti in legno non li conosca nessuno, dato che le librerie da me comprate, in due negozi diversi, non avevo tale piccolo ma utilissimo accessorio. L’unico modo di montare le varie parti è tramite delle banalissime viti da legno, e voi non avete idea di cosa voglia dire montare una libreria alta due metri, con sette ripiani totali, cercando prima di puntare il tutto tramite queste viti, per poi fissare con la dovuta forza i vari componenti. Senza questi piccoli spinotti non c’è modo di tenere ferma la libreria, quindi si perde molto tempo (e pazienza) cercando di centrare il tutto con un mobile che “balança” da tutte le parti.

Come se non bastasse, tutte queste viti sono “a vista”, nel senso che non vengono forniti nemmeno dei banalissimi tappi coprivite. Quindi alla fine del lavoro il vostro mobile sarà pieno di viti da tutte le parti, a scapito ovviamente della estetica finale.

DSC00002DSC00004DSC00006

DSC00003Ma non solo. Il pannello posteriore è quasi sempre più piccolo del mobile, quindi c’è sempre il rischio che, pur usando i chiodi in dotazione, tale pannello non rimanga fissato bene, e con il tempo possa staccarsi.



Ma non solo. Per un motivo inspiegabile (uno dei tanti misteri del Brasile) TUTTI i mobili NON HANNO quell’incavo alla base per lo zoccoletto. Mi spiego meglio:

in Italia i mobili, alla base, posteriormente, hanno una specie di incavo per fare in modo che lo zoccoletto entri dentro questo incavo e il mobile possa essere fissato bene alla parete aderendo perfettamente (guardate la foto in basso).

ikea5

Qui in Brasile questa rientranza non ce l’hanno, con la conseguenza che il mobile rimane SEMPRE staccato dal muro, pregiudicando così la sicurezza e l’estetica.

DSC00005

Questo è un vero e proprio mistero, uno dei tanti, specialmente in un Paese dove lo zoccoletto è fatto con le stesse piastrelle del pavimento (in Italia di solito è di legno e molto sottile), con uno spessore finale di quasi due centimetri (a casa mia, in alcuni punti, arriva a due centimetri e mezzo).

E non pensate che questi mobili siano così perché d’importazione dalla Cina o altro. Quello che ho comprato da Americanas, pagato la bellezza di 230 R$, è prodotto dalla brasilianissima Politorno. Mentre quello comprato alla Carrefour è della Art In Móveis

Quindi, per farla breve, per tutti quelli che pensano che i mobili della Ikea facciano schifo… venite a montare questi brasiliani, e poi ne riparliamo!
Show comments
Hide comments

12 commenti:

  1. In casa mia gran parte del mio arredamento è composto da mobili Ikea: per qualcuno faranno schifo, ma le camerette delle mie figlie le trovo carine e facili da pulire, la libreria a sei ante Billi fa la sua figura nell'angolo dello studio e a me e alla mia famiglia va bene cosi! Per te Franco ti auguro di avere tanta pazienza con questi mobili brasiliani e con un po di tocco italiano saranno carini anche i tuoi.Rosanna

    RispondiElimina
  2. Franco! Il problema e'anche la scarsa qualita' del materiale con cui sono prodotti (male che accomuna molte cose made in brazil)
    Di discreta qualita' invece ho trovato quelli di meumoveldemadeira, poi il problema c'e' sempre alla consegna..ma questo e' un altro discorso!
    Ikea rimane anni luce lontano almeno quanto i ...prezzi!

    RispondiElimina
  3. Ho visto i mobili di meumoveldemadeira, e sembrano veramente fatti bene. Altra ditta che, almeno "sulla carta" promette bene è la Tok%Stok. Ma i prezzi, sia dell'una che dell'altra, sono notevolmente cari. E poi c'è sempre il rischio che quando arrivano a casa ci siano problemi a montarli. Avrei dovuto imparare a fare il falegname (ma anche il muratore, l'idraulico, il piastrellista, l'elettricista, ecc.). Avrei avuto meno problemi qui in Brasile.

    RispondiElimina
  4. Non c'è paragone... dai.
    Ti lascio questa.
    "Il gruppo svedese di arredamento Ikea ha annunciato che sposterà tre suoi centri di produzione dall'Asia all'Italia. L'annuncio arriva anomalo e promettente in un momento storico in cui la produzione viene invece delocalizzata sempre di più nei paesi emergenti. Ikea ha fatto sapere che trasferirà in Italia diverse «produzioni di cassettiere, rubinetterie e giocattoli, che ora saranno realizzate in Piemonte e non più in Asia»...

    RispondiElimina
  5. Se ci fosse ikea qui in brasile comunque i loro mobili costerebbero almeno il triplo di quello che costano in europa perché sarebbero considerati "premium" (tipo tok & stok, etna e robe simili) visto i prezzi alti e la scarsa qualitá di quelli fatti qui. Come quasi tutto qui non c'é una via di mezzo, i prodotti o sono di qualitá pessima e prezzo comunque non basso (ma acquistabili con la "pequena parcela mensal que cabe no seu bolso"...) o sono di qualitá decente con prezzi astronomici. Un prodotto tipo ikea di qualitá decente e prezzo basso non esiste.
    Peró su una cosa non sono d'accordo, gli spinotti di legno io li ho trovati sempre in tutti i mobili che ho montato :)

    RispondiElimina
  6. Con un minimo di manualita' monti tutti mobili che vuoi! Anche con un po' di atrezzatura..io mi sono portato un sacco di attrezzi dall' Italia e cerco di farmi tutto da solo..anche perche' non e' che viene peggio di quello fatto da loro! Di meumoveldemadeira sono rimasto soddisfatto, a volte ci sono promoçoes sul loro sito..ho comprato per me un mobile della sala e una vetrinetta, montato pure letto e comodine della sogra!

    RispondiElimina
  7. Per la manualità non è un problema. Il guaio è che, quando vedo un lavoro fatto col c..o mi arrabbio tantissimo. E non vedo perchè debba diventare matto io quando sono loro, i produttori, a pensare alle cose elementari.

    RispondiElimina
  8. Ah! Quando invito l' autofilettante in un truciolato che si sbriciola come polistirolo in un armadietto costato l' equivalente di 100 pure io mi arrabbio....
    Per amor di verita' devo dire che ci sono
    "artigiani" in Brasile che riescono a eseguire lavori con una attrezzatura preistorica! Un borracheiro a colpi martello mi ha riparato un cerchione, che io davo per spacciato, rigonfiata la gomma mai avuto piu' problemi!urato

    RispondiElimina
  9. Mobili con qualità equivalente a quelli dell' Ikea in Brasile ci sono, ma costano 6 volte più cari che in Italia. Gli stessi mobili della Casas Bahia, che sono orribili e con una qualità pessima costano già molto ma molto più cari che quelli dell' Ikea.
    L'Ikea in tutto il mondo è sinonimo di qualità a basso prezzo, accessibile a tutti. Per questo motivo Ikea non verrà mai in Brasile dove per chissà quale disgrazia, i prezzi di qualsiasi cosa sono come minimo il doppio di quelli degli altri paesi. Incluso il cibo.

    RispondiElimina
  10. Tok&Stock è di qualità decente ma carissimo; idem per Etna (che è una catena spagnola). Casa Bahia è "terribile": prezzi più alti dell'Ikea per una qualità che credo in Italia non esista neppure. E vogliamo parlare di Leroy Merlin? Perchè diavolo costa tutto 2 o 3 volte più che da noi?
    Io ho ripiegato su mobili in legno fatti ad Embù Das Artes (chi vive a San Paolo li conoscerà). Non tutti, certo, solo alcuni pezzi. Peccato che non li vernicini ma li coprano con la cera e tale cera, con l'umidità, fa sì che si coprano di una sottile muffa verde (soprattutto quando stiamo fuori per un po' e non c'è nessuno che pulisca). Mannaggia!!!

    RispondiElimina
  11. Insomma, io avrei fatto carte false per poter comparare i mobili dell'Ikea quando sono arrivata qui. I nostri connazionali che snobbano la catena svedese sono quelli che si fanno il finanziamento per avere la cucina Berloni da 50 mila euro e poi mi vengono a dire "stai in Brasile che in Italia fa tutto schifo". Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Ikea é snobbata in Italia, ma il bello é che, chi non puó comprare una cucina Merloni, compra i mobili da un qualunque "Mercatone" pensando di aver fatto un affare. Io all'Ikea avevo comprato alcuni mobili per la cucina, alcune librerie e un mobile per la sala. La qualitá e il peso dei vari mobili, anche se a buon mercato (una libreria alta due metri a 39 euro!)erano degni di una falegnameria artigianale. Tok&Stok ha dei prezzi assurdi. Con quello che spenderei da loro farei prima ad andare in una qualunque loja di "moveis planejados" e avere una qualitá e un servizio migliore.

      Elimina