Il sito utilizza cookie di Google e di altri provider per erogare i servizi e per analizzare il traffico. Il tuo indirizzo IP e il tuo agente utente sono condivisi con Google, con le metriche su prestazioni e su sicurezza, per la qualità del servizio, generare statistiche e rilevare e contrastare abusi. Navigando nel blog accetti l\47uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR.
Adbox

venerdì 20 gennaio 2012

Metodo Battisti



Gli haitiani che lottano per la sopravvivenza hanno scelto il modo sbagliato di entrare in Brasile. Il modo giusto è stato scoperto da Cesare Battisti. Prima di lasciare il paese devastato dal terremoto, tutti loro dovrebbero affiliarsi a qualche organizzazione clandestina di estrema sinistra, giurare la morte all'imperialismo americano e aver giustiziato almeno quattro nemici de popolo. Poi servono alcuni commercianti o poliziotti. Dopo di che, i rivoluzionari devono proclamarsi perseguitati dalla dittatura haitiana fare rotta verso quella potenza emergente che ha eliminato la fame, poi la povertà, che è diventata il sesta economia del mondo, che ha istituito un sistema sanitario che è vicino alla perfezione, che presta denaro alla FMI e ha un lavoro per tutti. Ma passando per per lo Acre, ma passando per il sud.

E’ più certamente una via più lunga ma molto più sicura. Finisce a Porto Alegre, più precisamente a Palazzo Piratini, dove Tarso Genro governa il Rio Grande e lotta per la risurrezione del socialismo. Lui sa cosa fare per trasformare qualsiasi compagno in esiliato politico. Nega solo aiuto a coloro che cercano di fuggire da Cuba.

Nessun commento:

Posta un commento

top navigation