Adbox

lunedì 5 aprile 2010

Freddo? Que saudade!


Penso che sia una cosa che pochi potranno capire. Di sicuro nessun brasiliano potrà capire quanta saudade (nostalgia) ho del freddo della mia Italia.

Io sono una persona un po’ strana, perché sento molto la differenza di temperatura. Al primo cenno di freddo mi piace coprirmi con una felpa leggera o un giubbottino sportivo. Quando fa caldo invece non riesco a sopportare niente, nemmeno una catenina al collo, e mi piace stare molto leggero. Ma nello stesso tempo riesco a sopportare meglio le condizioni climatiche. Quest’anno qui ha fatto molto caldo. Era normale avere di giorno 33/35°. Tutta la gente si lamentava di questo, soffriva molto, con l’unica speranza di avere una pioggia di sera in modo da rinfrescare un po’. Anche io ovviamente morivo di caldo, però mi sono sempre lamentato poco, andavo sempre in giro con pantaloni lunghi e camicia di maniche corte (cosa che qui è comune vedere persone di bermuda e a torso nudo anche in centro città). Non so se questa mia sopportazione sia dovuta al fatto di essere europeo o è una cosa solo mia, ma rimane il fatto che a mio parere ho sofferto meno caldo io di molti brasiliani abituati a questo clima tropicale.

Ma ora è arrivato l’autunno qui (se così possiamo chiamarlo) e finalmente ora mi sento quasi a casa. Oggi c’era un bel venticello fresco durante il giorno e, pur avendo quasi 24°, faceva un poco di freddo in alcuni momenti, perché l’aria era molto… frizzante. Mia moglie poverina stava quasi morendo di freddo ma io. dopo tanti mesi di calore intenso, finalmente respiravo! Era bello sentire quell’aria fredda sulla pelle. Era bello stare fuori perché, pur essendo una giornata di sole, si stava bene grazie a quel vento fresco.

Finalmente è finito quel tempo dove non potevi nemmeno uscire di giorno perché il sole ti bruciava la pelle e il calore ti rendeva molle senza voglia di far niente. Ora durante il giorno la temperatura è quasi ottima (assomiglia un po’ al clima del nostro aprile/maggio) e c’è sempre un po’ di venticello (che io adoro) che in ogni caso ti fa respirare. Alla sera finalmente si dorme molto bene (la temperatura scende verso i 15° di notte) e posso gustarmi il mio piumone portato dalla Italia, fresco ma caldo nello stesso tempo.

Se fosse così tutto l’anno sarebbe il massimo della mia goduria climatica (?) ma sarà così ancora per poco. Qui a giugno arriva l’inverno, e sono proprio curioso di vedere com’è l’inverno qui. Poi verso la fine di settembre inizierà la primavera, ma non come la intendiamo noi, perché so già per esperienza che farà tantissimo caldo.

Ma per ora mi godo questo fresco magnifico che, tra le altre cose, mi mette più appetito.

E’ meglio cercare già qualche palestra per evitare di diventare ancora più gordo di quanto sono!

Nessun commento:

Posta un commento